>>> COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Il blog sospende gli aggiornamenti. Per tutte le novità e

ulteriori aggiornamenti visitare il nuovo sito ClubGHoST.it

Collegati al nuovo portale ClubGHoST.it

DENTRO LA VITA



SERGIO  BISSOLI
DENTRO LA VITA
Raccolta di aforismi

Dopo la mia morte, voglio essere calunniato o apprezzato, condannato, disprezzato, maledetto, ma non dimenticato.


















































Dopo tanti secoli i preti dovrebbero chiedere conferma delle loro attività. I riti sono graditi a Dio? La dottrina è quella giusta? La clausura è gradita a Dio?
Molti secoli sono passati e i vecchi scritti hanno bisogno di conferma, smentita o aggiornamento. I preti dovrebbero chiedere a Dio di manifestare il suo consenso facendo sollevare gli altari di pietra di tutte le chiese per 100 giorni. Questo segno significherà consenso e approvazione divina. In attesa i preti sospendono tutte le loro attività.
**********
Quante sciocchezze ci raccontano i preti: la chiesa è la casa di Dio. Ma come? Dio ha costruito l’universo e aspetta che gli uomini gli costruiscano la casa!
*********
Io non credo agli uomini paludati che dispensano rituali ( a pagamento) dentro edifici sontuosi: le università.
La cultura è nata da straccioni che lavoravano dentro soffitte malsane, fra incomprensioni, ostacoli e miseria.
********
La donna è come una festa: è bella se tu vai a cercare lei. Ma se arriva una festa dentro casa tua, quando tu non hai voglia di divertirti, allora diventa un supplizio.
********
Io faccio gli errori di giorno, vivendo. Le riparazioni le faccio di notte, dormendo.
********
Non mi importa di essere criticato dopo morto. Le critiche, anche le più ingiuste, sono preferibili all’oblio. Se fossi un Dio, preferirei essere bestemmiato che dimenticato.
********
Leibniz scriveva che questo è il migliore dei mondi possibili. Io a volte penso che questo è il peggiore dei mondi possibili. In ogni caso siamo capitati in un mondo abbastanza brutto. Lode a chi tenta di migliorarlo ed esecrazione a chi tenta di peggiorarlo.
*********
A 20 anni c’è l’innamoramento. Un bel sorriso, bei capelli, o bei seni o belle gambe.... Per una di queste cose scatta l’innamoramento; l’uomo dedica la vita a una donna, fa sacrifici e rinunce.
********
Se accarezzo un albero, sento la corteccia rugosa. Se accarezzo le cosce a una donna sento la pelle liscia. Dovrebbe essere solo questa la sensazione. Invece no; a questa sensazione si aggiungono moltissime altre emozioni. Le emozioni sono una risposta sproporzionata a uno stimolo.
********






Durante il Medioevo il Papa combatteva con il suo esercito per imporre la propria dottrina; le donne si difendevano con la loro magia. Nello scontro ha vinto il Papa, perchè la magia non funziona ed è tutta illusione.
*********
C’è un solo maggio nella vita di ogni uomo, scriveva Maturin. Maggio è la giovinezza dell’uomo, ma Aprile è l’adolescenza.
*********
L’illusione è una forza della Natura. L’amore è una grande illusione.
Ogni scrittore con la sua arte imita questa forza della natura.
*********
In oriente dove è più forte la sofferenza, la miseria e le malattie, sono nate le religioni più grandi: induismo, buddhismo. Questi castelli di illusioni servono per consolare dalle brutture della vita.
********
L’amore è il più bel dono della vita, dicono i poeti. Sì, ma quanto dura? Un anno. Poi sopravviene il sesso; dura un altro anno. E dopo? La noia. La coppia credeva di aver fatto un percorso originale, libero, fantasioso, anticonformista e invece si accorge che ha fatto un percorso vecchio, convenzionale, obbligatorio, senza varianti.
********
Ogni paese, anche il più bello, ha il suo cimitero.
*******
Il sesso non guarisce tutti i nostri mali, ma li fa dimenticare.
*********
I giovani cercano i piaceri fisici. I vecchi cercano i piaceri intellettuali, che sono surrogati dei piaceri fisici.
*********
Medici, infermieri, malattie, ospedali... Questa è l’antipoesia della vita.
********
Quante belle signorine ci sono nel mondo. La loro presenza rende piacevole la vita. La loro prolungata vicinanza rende odiosa la vita.
**********
Molte persone sono passate attraverso la vita senza vedere niente. La realtà dà pugni in faccia ai poeti, ma le persone comuni non recepiscono niente.
******
Una brutta realtà è più vera di una bella illusione. Però gli uomini sono deboli e preferiscono credere all’illusione.
********
Ogni religione promette cose impossibili. Poi non mantiene mai le promesse;  ma non importa. Molti uomini ci crederanno per tutta la vita.
******
Preti, professori, direttori spirituali...  sono le Guide che ti tengono schiavo e non ti danno l’autonomia. Una persona autonoma infatti, non ha bisogno di Guide e allora esse diventano  inutili, senza prestigio, autorità e potere.
********






Ai figli viene sempre proibito di conoscere le azioni dei genitori. Anche se poi i figli ripeteranno le azioni dei genitori.
*******



Il tempo del dolore è più lungo del tempo del piacere.
*********
Cambiano i modi di definire e giudicare persone e le azioni. 40 anni fa c’erano le persone chiamate: “attaccabottone”. Oggi si chiamano persone socievoli, che sanno relazionare.
Una volta c’erano i “tiratardi”. Oggi si chiamano gli intrattenitori. Gli spazzini sono diventati operatori ecologici. Gli infermieri sono diventati paramedici. Il lavoro senza retribuzione oggi si chiama volontariato.
*****
Nella vita c’è molta sofferenza e un pochino di felicità. La felicità è come un materiale deperibile, e per questo dura poco.
******


L’artista imita la Natura con i suoi trucchi, per abbellire la vita.
********
Le donne danno molta importanza alle parole. Le donne sono più sensibili al linguaggio. Con le donne l’uomo deve stare attento come parla.
*******
Un buon scrittore può dimostrare o negare qualunque cosa; esempio: i marziani hanno 2 teste e 3 gambe e mezzo. Altro esempio: gli esseri umani non esistono. Eccetera.
Ci sarà sempre qualcuno disposto a credergli e magari fondare una religione.
******
La morte e il sesso contraddicono l’interpretazione della Vita. La morte presuppone il nulla prima e dopo la vita. Il sesso presuppone un progetto, una intelligenza oltre la vita.
********
La vita è la sala di attesa della morte.
********
L’amore arriva con una violenza inaudita, inarrestabile. Dopo passerà, lo sappiamo per esperienza; ma quando arriva, l’amore travolge come un uragano.
********
Quando un uomo è a letto con una donna, è il re del mondo, diceva un amico. In quei momenti tutte le brutture e le miserie della vita vengono cancellate. Nel piacere il tempo corre; nel dolore rallenta. Ma nella voluttà il tempo si ferma. Dura pochi attimi, ma il tempo si ferma. È un attimo di eternità.
********
Le cose più belle nella vita: l’incontro con una ragazza, una passeggiata in campagna, la lettura di un libro. Anzi, la rilettura.
*********
La scienza è brutta, arida ma funziona. La magia è bella, armoniosa, ma non funziona, non dà risultati.
********
Dobbiamo agire come se la vita fosse eterna, anche se sappiamo che  un giorno finirà. Adesso  che ho scritto alcuni libri, ho meno paura della morte.
******
La vista di una bella ragazza dà piacere. La presenza di una bella ragazza nel mondo, attenua le brutture, rende più sopportabile la vita.
*********



La donna è un altro pianeta. È la vita vista da un differente punto di osservazione.
*******
Io ho nostalgia di una terra lontana nel tempo, non nello spazio. E per questo ancora più irraggiungibile.
*********
La vita è un attimo, è il sogno di un dio sadico. Quando il tempo è davanti a noi sembra lungo. Ma quando è passato ci accorgiamo che era brevissimo. Tanti anni sono solo pochi attimi.
********
Seduto sulla panchina del parco guardo i bimbi che corrono dietro a una palla. Corrono continuamente, senza fermarsi. Non vorrei tornare bambino... No... Assolutamente.
*********
Sono uno scrittore e ho un compito da concludere. Ho una gravidanza da portare a termine.
La donna incinta non pensa che suo figlio un giorno morirà, forse si drogherà. No. lei vuole solamente partorire.
Io non penso che i posteri bruceranno i miei libri, che la terra finirà, che il sole si spegnerà. No. Io devo partorire la mia opera. L’opera che ho incominciato..
********
Ci deve essere una continuità, nella vita, di interessi, di azioni, sentimenti. Non dobbiamo essere sballottati dagli eventi come turaccioli nella corrente. Nella giovinezza dobbiamo scoprire la nostra strada; e poi seguirla per costruire qualcosa; altrimenti la vita diventa una manciata di coriandoli.
Adesso  io seguo con minor sbandamenti il mio percorso.  Ho capito che il mio destino era già tracciato nei miei cromosomi. Conviene seguirlo e non combatterlo.
********
Nella giovinezza il tempo porta doni. Nella vecchiaia il tempo li toglie.
*********
Se esistesse una religione o magia che esaudisce i desideri, quella diventerebbe la religione universale.
********
Leggendo la storia scopro che gli uomini sono più cattivi dei diavoli e hanno creato più sofferenza nel mondo che nell’inferno.
***********
Altruismo è un egoismo mascherato, che soddisfa desideri strani e segreti.
*********




I costruttori di religioni, gli inventori del Dio buono, hanno dovuto per forza inventare anche il diavolo per attribuirgli la colpa di tutte le brutture che ci sono nel mondo.
********
Il denaro: gli uomini ti servono, le donne si spogliano. Tutto questo per il denaro.
*********
La donna è una parte di romanticismo dove l’uomo sogna. Una parte di sesso dove l’uomo gode. E il resto è frivolezza e stupidità.
********
Se vuoi una donna devi rassegnarti ad ascoltare i suoi discorsi stupidini: la spesa al supermercato, la parrucchiera, il sarto, i piccoli doloretti, le cure del dottore...
*******


Esiste una scuola anche per il piacere. I primi rapporti sono incerti, titubanti, incompleti. Poi quando aumenta l’esperienza, i piaceri si approfondiscono, ne scopriamo di nuovi, si aprono nuove strade da percorrere, nuovi territori da esplorare.
*****
Per apprezzare l’amore e il sesso è necessaria l’incoscienza della giovinezza.
***********
Il tempo del piacere è breve. il tempo del dolore è lungo.
**********
Bisogna vivere la vita per capire la vita. Prima si capisce la grammatica della vita e meglio è.
********
Quanto tempo passato, quanto tempo finito. Dove va il tempo? Dove vanno gli edifici? Le persone? Dove vanno i cimiteri? Cosa c’è là in fondo? Alla fine del tempo...
****
Il Potere (la chiesa) è avido di carburante per alimentare la macchina della propaganda.
*********
La morte è la grande perdita. La roulette della vita è fatta di guadagni e perdite. Con la morte perdiamo tutto e il Banco ci porta via tutto, anche il corpo!
********
La mente umana è come un elastico. Se la tiri a sinistra, quando la lasci correrà a destra.
**********
La cultura scolastica è una belva incatenata e addomesticata. La cultura autentica sbrana, dilania, ferisce.
********
L’arte è la capacità di ricavare il bello da alcune parti brutte della vita.
*****
Un grande costruttore è un ex grande distruttore. Perchè prima di costruire il nuovo bisogna distruggere il vecchio.
*********
Qualcosa non ha funzionato durante il mio periodo obbligatorio di robotizzazione. E così non sono diventato un robot come gli altri. Io (e quelli come me) penso con la mia testa e vedo tutti gli orrori che ci propinano.
*********



Paragonerei l’ispirazione all’istinto sessuale. È un bisogno in più, con la stessa urgenza e intensità. L’ispirazione, quando arriva, spinge ad agire. È un dono e una maledizione, a secondo dei punti di vista.
******
Nella vita, la lettura di un unico libro è una azione pericolosa. Un libro ingabbia la mente dentro una mono filosofia.
Con la  lettura di tanti libri, invece, ci armiamo di poli filosofie che ci consentono di valutare, interpretare, teorizzare su fatti ed esperienze reali.
******
Riscopriamo il piacere di andare piano. La corsa consiste in un punto di partenza e uno di arrivo. E magari i punti intermedi erano i migliori.
******
Il sesso sarebbe bello e divertente. Peccato che sia proprietà delle donne.
*********

Quando l’uomo ha capito la donna impara che: l’uno ha bisogno dell’altra per scopi differenti. L’uomo vuole il piacere sessuale dalla donna. La donna vuole servizi, regali,  protezione, cibo, vestiti, protezione dall’uomo.
La donna dà sempre meno di quello che riceve.
Gli errori femminili sono sempre da perdonare, gli errori maschili no.
*******
Come è difficile trovare la donna giusta, quella che va bene per un uomo. Però, nella ricerca, l’uomo è accecato dal sesso femminile e allora egli prende la prima donna che incontra. Si accorgerà dopo che non era la donna giusta per lui.
******
La donna è come l’acqua e l’uomo è come il fuoco; dice un vecchio proverbio. Giusta analogia.
La donna si fa bella per piacere a sè stessa; ma nel contempo infiamma l’uomo ed egli si innamora. Allora l’uomo deve corteggiare la donna, infiammarla, farle perdere la sua freddezza. Dopo molto tempo la donna si riscalda e acconsente al rapporto.
Il fuoco si spegne subito dopo; l’uomo si disinamora. Adesso l’uomo vorrebbe liberarsi della donna. Ma la donna-acqua mantiene il calore e rimane ancora innamorata per lungo tempo.
********
La bellezza di una donna col passare del tempo finisce. Ma quando c’è essa è irresistibile.
*******
A un Genio si può dare qualunque attributo. Si può dire che è bravo, matto, imbecille, grande, generoso, egoista, buono, cattivo... Questo perché la genialità ha moltissime facce.
******
L’istinto di riproduzione è più forte dell’istinto di conservazione. Perciò l’uomo affronta pericoli, malattie, morte per arrivare ad accoppiarsi.
**********
Per diventare amico delle donne bisogna saperle ascoltare e non parlare mai di sesso. Si può parlare di qualsiasi argomento, anche di matrimonio, ma non di sesso.
*********



Perchè il suicidio è frequente nelle società del benessere? Finchè l’uomo è impegnato nella lotta per l’esistenza, egli non ha tempo per osservare le brutture della vita.
Finite le preoccupazioni, soddisfatti tutti i bisogni materiali, l’uomo ha tempo per osservare le intime brutture dell’esistenza e prova disgusto.
*********
Vedo arrivare gli stranieri, vedo sorgere i capannoni, le fabbriche, le autostrade, le discariche... Qui, sulla nostra Pianura, nella nostra campagna coltivata a mais, frumento, tabacco. Sulla terra che i nostri vecchi hanno lavorato per generazioni, coprendola di sudore e di lacrime.
*********
L’importanza di avere i buchi.
Non sempre i buchi sono un difetto; come un ombrello bucato che lascia cadere la pioggia. A volte i buchi sono un pregio. Cosa sarebbe una casa senza buchi? Senza porte né finestre?
Il corpo di una donna è più pregiato di quello dell’uomo, perché ha un buco in più.
*******
Posso affermare che nel corso della mia vita non ho mai incontrato una donna che si è veramente innamorata di me, che ha perso la testa per me; come io la ho persa per molte donne.
******



L’uomo si innamora della donna in proporzione della sua bellezza. La donna ama l’uomo in proporzione dei servizi che egli le fa.
******
C’è un campo minato da attraversare. In fondo al campo ci attende la fucilazione. Ma possiamo morire anche prima, se pestiamo una mina.
Che cosa è questo? La vita degli esseri umani.
*******
La vita è una corsa verso la morte.
********
Mi arrabbio nel vedere i preti e i politici che lavorano con le parole e ci guadagnano. Anche scrittori e poeti lavorano con le parole, ma non guadagnano niente!
*********

La grande differenza psicologica fra l’uomo e la donna. Per l’uomo il sesso è fine a sè stesso. Per la donna non è così.
*********
Nel sesso fra l’uomo e la donna avviene una tacita intesa. La donna concede il sesso e l’uomo ricambia con servizi e favori. Insomma il sesso femminile è il premio che la donna concede all’uomo che la serve.
*********








Se gli insegnamenti delle religioni fossero giusti: angeli che proteggono i bambini; Dio che ha compassione e aiuta i bisognosi; Dio che esaudisce le preghiere (chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto...)  se le cose fossero così, allora sentiremmo quotidianamente intorno a noi, notizie come questa: “Un bambino travolto da una macchina ma l’angelo è intervenuto e lo ha salvato. Un operaio è caduto dall’alto ma l’angelo lo ha deposto a terra, illeso. Un ferito salvato, un malato guarito, un anziano protetto...” Gli ospedali non sarebbero necessari. Poliziotti, vigili squadre di soccorso sarebbero inutili. Provvede tutto Dio che vede tutto e aiuta tutti.
Se le religioni predicasse il vero, questo sarebbe il mondo.
Basta chiacchiere, religioni, santi, dottrine. Venga da me un tizio che guarisce un paralitico, resuscita un morto, e allora io gli crederò.
******
Le donne sono le ragioniere del sesso. Esse hanno un tesoro in mezzo alle gambe e lo sanno. E vogliono sfruttarlo con il massimo vantaggio.
*******
Un principe si può innamorare di una zingara e sposarla. Ma è raro che avvenga il incontrario (una principessa che sposa uno zingaro). Questo perché le donne sono creature pratiche che seguono la ragione e poco le passioni.
******
L’uomo normale è quello che mangia e fa sesso. Ma la natura ha dato a ognuno il sogno, un pizzico di follia da usare per creare opere d’arte, scoperte scientifiche, poesie, musiche, romanzi, sculture. Quando la natura sbaglia dose, dà troppa follia, e l’uomo finisce in manicomio.
*********
Per fortuna ho creato qualcosa di mio da contrapporre alle schifezze del mondo.
**********



La pietra filosofale che trasforma i metalli in oro. L’elisir di lunga vita per vivere secoli. La panacea per guarire da tutti i mali... Gli uomini hanno smesso di cercare queste cose perchè inesistenti. In futuro smetteremo di cercare Dio perchè questo essere non esiste.
******
Per arrivare al sesso, l’uomo deve servire una donna (fare regali, servizi, favori). Ma prima l’uomo deve supplicarla di diventare il suo servo.
******
Mistici e filosofi descrivono un universo che esiste solo nella loro mente. Gli scienziati invece descrivono un universo che esiste nella realtà.
********
In Natura ci sono le imperfezioni: pederasti, spastici, down, focomelici, paralitici, ciechi... Questi sono voluti dalla Natura, cioè da Dio? Oppure sono il prodotto di una Natura, cioè un Dio, imperfetto?
******











Sono contento quando leggo o riesco a scrivere qualche storia vera. Queste storie sarebbero da far scrivere e far leggere ai ragazzi, affinché imparino la Vita Reale. Invece a scuola impariamo solo la storia dei politici, di eserciti e guerre. Mai la storia di tutti i giorni delle persone comuni: una ragazza da conquistare, un’avventura, un gioco, un ricordo di paese, un lavoro di bottega, la psicologia delle donne, dei commercianti, degli scrittori...
*****
La vita era bella quando corteggiavo le ragazze; anzi, il miraggio delle ragazze. Perchè poi ho scoperto che sono vuote e banali.
******
La letteratura, come la religione, regala falsi paradisi. La letteratura li regala in questo mondo; la religione li promette dopo la morte.
********
Chi ama giudica pregi le caratteristiche del partner. Chi odia giudica difetti le stesse caratteristiche.
*******
Innalzerei chiese e altari per gli scrittori, poiché sono loro che portano doni all’umanità.
*****
La Natura ha affidato alla donna un grosso compito: fare i figli. Questo è per le donne l’unico e più grave svantaggio. Tutti gli altri compiti gravosi e svantaggiosi sono stati assegnati all’uomo.
********
I teologi, quelli che scrivono libri di religione, non sono arrivati alle loro conclusioni osservando la realtà (come gli scienziati). I teologi hanno solamente letto e interpretato la bibbia.
******
Arrivato a 60 anni, conservo tre tipi di libri: i libri dei quali mi piace il contenuto. I libri che hanno una bella copertina. I libri di un periodo bello della mia vita; le loro date mi aiutano a ricostruire il passato e sollevano molti  ricordi della giovinezza.
********
Da vecchi, non dobbiamo vergognarci dei nostri amori di gioventù. È come se una pera marcia si vergognasse di essere stata, un giorno, un fiore profumato.
*********
Molte cose che all’inizio ti fanno godere, poi, in futuro, ti faranno soffrire.
**********


Il bambino che viene travolto dall’automobile; il vecchio che inciampa e si rompe la testa; la ragazza che viene violentata da un bruto. Perchè il loro angelo custode non è intervenuto per salvarli? Perchè non esiste l’angelo custode, semitrasparente, con le ali di pennuto, che ci ha insegnato la religione e stava raffigurato nei libri di dottrina. No, siamo completamente soli e dobbiamo arrangiarci con le nostre forze.
*******








Ci sono i libri belli e ci sono i libri di successo. Sono due cose completamente differenti.
***********
Le donne sono grandi simulatrici. Quando una donna parla con un uomo, non rivela mai la sua natura, la sua interiorità.
Per valutare le donne, bisogna ascoltarle in segreto, mentre parlano fra loro. Solo in questi momenti si rivela tutta la loro natura frivola e pratica.
*************
Perchè tutte le religioni sono contro il sesso? I costruttori di religioni hanno osservato che il sesso distoglie, quindi per monopolizzare l’interesse conviene abolirlo. Il sesso è una delle forze che può distogliere l’interesse verso la religione.
********
Ho incominciato a 14 anni ad andare a caccia di morti viventi, spettri, fantasmi, vampiri, angeli o diavoli. Li ho cercati per 40 anni senza mai incontrarne uno. Se li avessi trovati non mi sarei spaventato; anzi, sarei stato felice di sapere che esiste una forma di vita dopo la morte. L’inferno è meno terribile del Nulla. Almeno nell’inferno, fra pianto e stridore di denti, si sopravvive, mentre il Nulla è la morte assoluta.
******
Tutte le religioni adoperano gli apparati scenici dell’Arte: colori, musiche, profumi, vestiti, gesti, suoni, architetture. Niente miracoli, nessun evento soprannaturale, niente fatti concreti a sostegno della dottrina. Solamente apparati scenici.
******
Una donna alza le braccia e vedo i peli sotto alle ascelle. Mi piace vedere il pelo delle ascelle, quando le donne portano i vestiti estivi con maniche corte. Non amo le donne depilate. Una donna depilata, truccata, assomiglia a una bambola gonfiabile e non a una donna vera.
*******
La donna è un raggio di luce nel buio dell’esistenza.
*********
Spazziamo via tutte le religioni, tarlate, ammuffite, stantie, oscurantiste, sadiche e masochiste. Viviamo la vita liberi da questi macigni della filosofia, fatti con pensieri malsani e imputriditi.
******
Molti parlano del mistero della morte e cosa c’è dopo la morte. Io non credo a nessuno. Credo solo a mio nonno Francesco Bissoli, che è morto. Se mio nonno venisse qui a raccontarmi quello che c’è dopo la morte gli crederei. Non credo a quello che raccontano i vivi.
**********
L’amico, il parente, il coniuge, la fidanzata, i genitori... Quando stiamo insieme a loro litighiamo. Quando vanno via li rimpiangiamo. Quando muoiono ci disperiamo.
********
Durante il fidanzamento l’uomo ascolta la sua donna col suo estraneo mondo femminile. L’uomo fa questo sacrificio per arrivare al sesso. Durante il matrimonio, l’uomo non ha più la pazienza di ascoltare la donna e allora lei si confida con le amiche.
*******
Cerchiamo, speriamo, desideriamo: la vita dopo la morte; il Dio buono che protegge, premia i giusti e castiga i malvagi; la donna ideale, la dolce compagna che consola; l’amico fidato che ci aiuta disinteressatamente. Tutte cose delle quali abbiamo bisogno, ma che non esistono.
*******
Le persone lottano tutta la vita per conquistare le cose che desiderano. Alcuni pretendono molto e fanno stragi e guerre per averle. Queste persone recano molto danno all’umanità.
Ci sono persone che si dedicano ad aiutare gli altri, salvare i bambini, curare gli ammalati. Queste persone fanno un danno a lunga scadenza; essi infatti contribuiscono a sovrappopolare il pianeta.
********
L’idea di Dio nasce perché gli uomini hanno, per istinto, bisogno di un capobranco, come ad esempio succede nei cani. Dio è perciò un capobranco idealizzato, da seguire e sottomettersi.
*******
Un uomo sopporta una donna in proporzione della sua (di lui) fame sessuale
*********
Con le donne che non mi piacevano ero audace, facevo avances, carezze, petting. Con le donne che mi piacevano ero timido; la loro bellezza mi inibiva; non le ho mai baciate, né toccate e neppure le ho stretto la mano.
********
Quello che mi ha dato di più nella vita, sono i libri di serie B, gli autori minori. Io li trovo grandiosi, meravigliosi, eccellenti. Opere e autori di serie A non mi piacciono e li lascio ai critici, cioè agli artisti falliti.
*********
Può un bambino parlarci della vita matrimoniale? Impossibile, poiché non ha ancora fatto questa esperienza. Può un vivo parlarci del dopo morte? No, perché parla di cose che non ha ancora provato. Dunque le sue sono solo chiacchiere senza fondamento.
**********
Nei paesi dove c’è la miseria, la femmina vale poco: infatti il maschio lavora e guadagna, mentre la donna rende poco. Nei paesi dove c’è la ricchezza, le femmine valgono molto: perché è un oggetto desiderato e molti maschi hanno i soldi per mantenerla.
********
L’intelligenza umana innestata sulla parte animale dei popoli primitivi, si dimostra molto svantaggiosa. Infatti gli animali sono esenti da superstizioni, rituali, circoncisione, escissione, tabù e altri comportamenti irrazionali presenti nei popoli primitivi.
*******
Nella battaglia d’amore contro la donna, l’uomo perde sempre. Quando conquista la femmina diventa suo succube. Quando la sposa diventa suo schiavo. Quando l’ama diventa suo servo.
********
Il maschio ha il bisogno periodico di usare il sesso femminile. La femmina ha il bisogno periodico di usare il cervello maschile, per parlare, per sfogarsi con un ascoltatore.
************
Dopo aver esaminato tutte le teorie spiritualiste, magiche, religiose, teosofiche, della metapsichica o dell’occultismo, preferisco adottare la teoria materialista riguardo il dopo morte. Così evito le illusioni. Se poi c’è qualcosa dopo la morte, questo qualcosa arriverà come un regalo inaspettato.
*********




La donna regala i piaceri più grandi a un uomo e gli infligge i dolori maggiori.
**********
Devi entrare nel mondo psichico della donna prima di entrare dentro il suo sesso.
*****
Supponiamo che esista una vita spirituale dopo la morte. Questa sarebbe priva dei piaceri sessuali, poiché il sesso è legato alla riproduzione della carne. La vita dopo la morte sarebbe

dunque molto povera. Nella vita terrena tutti i maggiori piaceri sono associati alla sessualità, fisica o sublimata. Tutto fa perno attorno al sesso: arte, filosofia, religione, letteratura, poesia.
************
Questa vita è piena di dolore e di brutture. Solo il sesso è importante (anche se col passare del tempo delude pure lui). Cultura, arte, musica, poesia sono importanti; ma queste cose sono sesso sublimato. E le bellezze della Natura sono l’alcova per una storia d’amore. Filosofia, religione, spiritualità sono diramazioni del sesso, controparti, propaggini, circonvoluzioni del sesso, sempre del Sesso, perché la sessualità è il perno della vita.
***********
Il sesso della donna è ben nascosto e difficile da raggiungere. Forse è meglio così. Perchè esso delude presto e dopo il coito l’uomo prova nausea per l’esistenza e disgusto per la vita.
**********
Sto tentando di immaginare come sarà la vita dopo la morte (ammesso che esista). Dopo aver sepolto il corpo, non avremo il sesso che è la maggior fonte di godimento. Non avremo nè bocca per mangiare, nè stomaco, nè fegato, nè reni. Non avremo occhi per leggere, nè orecchi per ascoltare la musica e neppure un naso per fiutare i profumi. Nè cervello per pensare o per ricordare. La vita dopo la morte (se esiste) sarà una vita molto povera.
******
Le donne sono terribili. A volte scappano via, a volte si appiccicano come la colla. L’uomo dovrebbe evitarle. Però per brevi periodi, gli sono necessarie.
*****
Lo donne sono belle, attraenti, irresistibili, affascinanti, in proporzione alla nostra fame di sesso.
********
Cosa c’è di bello al mondo? Solo il sesso. Certo l’uomo ha inventato la letteratura, l’arte, la musica, la religione, il gioco per rendere il mondo più accettabile. Ma sono tutti surrogati del sesso.
********
La conquista di una donna assomiglia alla scalata di una montagna. C’è l’ebbrezza della scalata, la felicità di essere arrivati sulla vetta. Ma arrivati lassù bisogna scendere, bisogna allontanarsi dalla vetta, ritornare a terra, ritornare a sè stessi, lontano dalla cima.
*****
Donne e uomini hanno molti difetti, come tutte le opere della Natura. La donna vede i difetti dell’uomo; invece l’uomo non vede i difetti della compagna. Perchè la Natura ha dato all’uomo la capacità di sopravvalutare la donna, di idealizzarla e di illudersi verso di lei.
*****



Ci sono due tipi di realizzazioni umane: le opere fatte per passione, ispirazione, che sono le migliori. Le opere fatte per dovere, routine, imposizione, necessità, che sono le peggiori.
**********
La Natura ha messo l’uomo al servizio delle donne. E loro lo sanno.
******

Diffondendo la Letteratura e presentando grandi Autori poco conosciuti, io offro ai giovani una via di uscita dalla politica e dalla religione.
*******
Per fortuna ho scritto i miei libri. Serviranno, fra l’altro, a mettere in guardia gli abitanti di questo pianeta.
*******
Un bambino poeta si sente obbligato a imparare bene il linguaggio, per poter esprimere la ricchezza della sua anima.
********
Bisognerebbe conoscere il proprio futuro, sapere cosa ci aspetta, sapere quando moriremo: lì cé in agguato una malattia; là un incidente; laggiù un altro evento importante. Questa sarebbe una vita giusta. Invece avanziamo alla cieca, con gli occhi bendati verso il futuro. Cadiamo dentro alle buche senza avere la possibilità di vederle e di evitarle. Finchè l’ultima buca ci ammazza per sempre.
****
A 60 anni il piacere più grande è rivedere le ragazze che conoscevo e ammiravo quando ero giovane e che nel corso degli anni sono scomparse: sposate o trasferite. Ritrovarle adesso (anche se sono un po’ invecchiate) ascoltare le loro storie, mi dà una grandissima gioia.
*****
Leggere un romanzo è una azione bellissima perché significa penetrare nella vita delle persone.
*****
Le donne sono bravissime a chiedere e ottenere favori dagli uomini. Se un uomo chiede un favore da una donna, sicuramente non lo otterrà.
********
La cultura non si trova nelle scuole. Nelle scuole c’è una cultura imbalsamata, standardizzata, mummificata. La Cultura è viva: brucia, corrode, dà i brividi. Per questo essa viene devitalizzata prima di essere insegnata nelle scuole, così da renderla inoffensiva.
********
La donna è come un liquore. Va presa a bicchierini. Chi ne beve una bottiglia, sta male.
********
La grande differenza fra una tecnica e un rito è questa: con una tecnica si ottiene qualcosa. Con un rito non si ottiene nulla.
********
Ho studiato tutte le religioni, magia, teosofia, spiritismo, sufismo, occultismo, zen, rosacroce, eccetera. Senza ottenere nessun risultato. Non sono riuscito a ottenere poteri, nè guarire malattie, nè prevedere il futuro, nè uscire dal corpo, nè parlare con i parenti morti, nè realizzare desideri. No. Tutte queste dottrine sono false e non servono a niente. Ho solo perso anni di tempo. Però studiandole ho evitato di cadere dentro queste prigioni del pensiero che fanno sprecare la vita.
*********
Sono un bibliopatico, un bibliodipendente.  Amo più di tutti i romanzi. Essi mi hanno insegnato e aiutato a vivere. Sono stati la mia strada verso l’evoluzione. (Non è così per tutte le persone; ogni persona deve trovare la propria strada che è differente da quella degli altri.)
Che cosa è un romanzo? È una storia inventata, apparentemente.
********




Un uomo con gli occhi bene aperti sulla fauna femminile, non si sposerà mai. Ma il bisogno sessuale fa chiudere un occhio, e allora l’uomo sceglie una donna con meno difetti possibili. Il bisogno sessuale troppo forte fa chiudere tutti e due gli occhi e allora l’uomo diventa preda di tutte le femmine.
********
Il marito ha un vantaggio in confronto allo scapolo. Il marito sa agganciare un reggiseno.
********
Le donne sono maledette e appunto per questo mi attirano.
********
Nell’amore l’uomo è vicino alla morte perchè la porta di entrata nella vita e la porta di uscita sono vicine.
****
Sono favorevole a un comunismo della Bellezza. La bellezza non dovrebbe essere privilegio di pochi, non dovrebbe nascondersi. La bellezza dovrebbe esporsi agli occhi di tutti. Una ragazza con un bel seno, dovrebbe andare in giro a seno nudo.
******
Poveri maschi! Vengono criticati, bastonati, condannati, a volte perfino uccisi, solo perchè fanno il loro dovere: cioè fecondano le femmine.
*******
Molti mariti affermano che la parte più bella del matrimonio è: il fidanzamento.
********
C’è una grande differenza fra la fidanzata e la moglie. La fidanzata dice NO al sesso e SI’ a tutte le altre richieste. La moglie dice SI’ al sesso e NO a tutte le richieste.
********
Basta supposizioni, basta filosofie sul dopo morte, sull’invisibile e sull’inconoscibile. Con i sensi di cui dispongo ora percepisco questa realtà, e ciò mi basta. Se in futuro disporrò di nuovi sensi per percepire differenti realtà, allora crederò anche in quelle.
*******
A 65 anni per sopportare le donne e la vita ci vuole molta pazienza o religione.
********
Il vantaggio di un morto è che non ha più bisogno di mangiare nè di andare a donne.
********
La donna dice no, ma non è definitivo. La donna dice sì ma non è sì.
*********
Un lavoro bisogna provarlo prima di accettare di farlo. Una donna bisogna provarla prima di sposarla. Una vita bisognerebbe provarla prima di decidere di viverla.
*********




La donna ha bisogno di parlare come l’uomo ha bisogno di eiaculare.
***********
Se dio esistesse, non avrebbe permesso gli orrori dell’inquisizione nel medioevo.
*********
Ogni filosofia è un castello di parole. Ogni religione è una macchina fatta di parole per costringere gli uomini a compiere lavori.
*******
Non si può vivere senza amici, come non si può vivere senza donna. Come conseguenza bisogna accettare le donne e gli amici con tutti i loro difetti.
******


Il giovane idealizza la donna e la giudica divina. Ma sbaglia: la donna non è divina è semplicemente diversa dall’uomo.
********
Con l’organizzazione e la propaganda si può vendere qualsiasi cosa. In montagna non c’era niente da vendere; avevano solo la neve. Così hanno inventato lo sport degli sci. Nel 1950 chiamarono Mike Bongiorno (il famoso presentatore di Lascia e Raddoppia). Poi giornali e televisione fotografarono Mike Bongiorno mentre sciava. Risultato: tutti gli italiani vollero imitare il loro idolo Mike, e corsero in montagna a sciare.
A Medjugojre c’erano solo sassi. L’Organizzazione propagandò alcuni giovani visionari. Come risultato, migliaia di persone corrono là per scalare una montagna di sassi.
********
Finisce tutto. Tutto cambia, sfiorisce, invecchia, scompare. Solamente il nostro nemico, il Tempo, non finisce mai.
*******
Il primo amore non si dimentica mai. Ma (per mancanza di denaro in giovane età) non si sposa mai. Tutti gli altri amori che verranno dopo, sono solamente dei surrogati.
********
Negli anni 2000 ho visto il miracolo. Ho cercato i miracoli per 40 anni prima. Mi aspettavo venissero dalle religioni o dalla magia. Invece il miracolo è arrivato dalla tecnica, che ha prodotto la videocamera digitale; uno strumento capace di fermare il tempo.
******
Quando può, la religione censura le storie che descrivono la crudezza, la brutalità, il dolore della vita reale. Queste storie autentiche, se venissero diffuse, renderebbero ridicole le belle illusioni che costantemente la religione ci propina.
**********
Fare figli è lo scopo della vita. Tutto il resto è un corollario.
*********
Uno psicopatico (con allucinazioni visive e auditive) fonda una religione. Persone con disturbi ossessivi compulsivi diffondono la religione. Gli utopisti sono i suoi fedeli.
********
Il sesso femminile serve alle donne per orinare, mestruare e fare figli. Agli uomini, il sesso femminile serve per divertirsi.
******



Ho trascorso la vita sotto la salamoia del cristianesimo. I messaggi religiosi arrivano da tutte le parti, incessantemente: prediche, giornali, radio, tv, film sulla vita di gesù, libri, feste, ricorrenze, processioni, missioni, omelie, sermoni, foto di papi e santi, musiche religiose, canti, rappresentazioni teatrali... Bastaaaa!!!!
********
Per apprezzare il sesso ci vuole la giovinezza che equivale all’ignoranza sulle brutture della vita e del mondo.
*****
Molte persone obbediscono ancora alla signora chiesa. Dopo 500 anni di santa e famigerata inquisizione, la signora chiesa non ha ancora perso credibilità e potere.
****




Sono stato un artigiano, cioè un uomo sempre a contatto con le leggi fisiche e perciò non posso credere al miracolo. Non ho mai visto e non è possibile che una vite di ferro cada e rimanga sospesa in aria. Che una molla si spacchi senza scattare. Che un dado arrugginito si sviti con le mani. Che una catena da bici rotta si aggiusti da sola. Che una camera d’aria bucata trattenga l’aria. No! il miracolo non è possibile.
****
A 65 anni posso capire le donne con il loro scarso bisogno sessuale.
*****
Considero fortunata una giornata nella quale ho parlato con una ragazza, o una vecchia. Perchè io rispetto, amo, apprezzo l’eterna femminilità presente in ogni donna.
********


La Natura (quella tanto odiata dal buon De Sade) ha dato all’uomo il desiderio del sesso femminile. Questo perchè l’accoppiamento serve alla natura per procreare. Però la stessa Natura ha reso difficile il raggiungimento del sesso femminile: per l’uomo è difficile riuscire ad accoppiarsi.
Sembra una incongruenza che ostacola la procreazione. Forse invece è una sottigliezza che la Natura ha adottato affinchè l’uomo non si nausei del sesso femminile. il sesso femminile è difficile da raggiungere, quindi l’uomo non si stufa come succede per le cose facili da ottenere.
*****
Il Genio nella società è più comune di quanto si suppone. Un genio conosciuto è stato aiutato dal caso a tramandare il proprio nome nei libri di storia. Altri cento geni come lui non sono stati fortunati e la loro memoria non è stata tramandata, le loro opere sono andate perdute.
*****
Quando sto insieme con una amica, se non faccio le avances lei pensa: “Questo uomo è normale? Oppure gli piacciono forse i maschi?”
Se faccio le avances la donna pensa:  “Che porco! Allunga le mani. Mi scambia per una donnaccia?”
***



Non ho scelto io di diventare scrittore. Durante alcuni anni della mia vita ho combattuto tenacemente contro questa passione. Ma ho perduto, e adesso sono contento.
*******
A 15 anni ho incominciato a studiare Occultismo, Magia, Spiritismo, Stregoneria, Chiromanzia poichè speravo di ottenere poteri: guarire le malattie, predire il futuro, ottenere denaro, potere, successo, donne. Nella maturità mi accorgo che l’Occultismo non funzione e così l’ho abbandonato.
********
Gli uomini si dividono in 3 categorie. Quelli che si arrendono da giovani al sesso. Quelli che si arrendono tardi; cioè che riconoscono l’importanza del sesso da adulti. Quelli che non si arrendono mai: preti e misogini; le loro vite sono sprecate.
*******
Quando le donne danno il loro sesso, noi uomini, scopriamo che esso non è niente. Dove sta l’inganno?
È il modo che le donne hanno di gestire il loro sesso; la capacità di valorizzarlo; l’arte di nasconderlo, di renderlo, seducente, raro affinché aumenti di valore.
******


A 20 anni il sesso è uno sfogo. A 30 anni l’uomo diventa romantico, apprezza i preliminari, che sono la parte più bella e importante. A 40 anni il sesso diventa sperimentazione, opera d’arte, studio, ricerca, estetismo. Io queste tappe però le ho percorse con 10 anni di ritardo, avendo incominciato a far sesso a 30 anni.
******
La gente capisce le cose, non come sono nella realtà, ma come desidera che siano.
*******
I preti, in attesa di abitare in paradiso, hanno costruito qui in terra un mondo separato, un paradiso fittizio: chiese, basiliche, duomi. Dentro questi edifici abitano santi e divinità.  Peccato che anche in questi paradisi terrestri valgono le stesse leggi fisiche che governano il mondo profano; cioè dolore e morte.
******
Il mondo visto con occhiali biblici, è tutto sbagliato. La bibbia non parla dei dinosauri, dei batteri, dei virus, dei buchi neri. Eppure la bibbia l’ha scritta Dio, cioè il creatore di queste cose. Almeno così raccontano i preti.
********
Se i morti possono aiutare i vivi, allora sicuramente sono i nostri amici e parenti che ci aiutano. Cioè persone che ci hanno conosciuto e amato. Non certo santi sconosciuti, sado- masochisti, innamorati del dolore, che disprezzavano questo mondo e credevano in filosofie contorte e sbagliate..
*****
Al mondo si paga tutto: amore, denaro, felicità, tempo, salute. Il mondo è tutto una gerarchia, una scala. Gli utopisti vogliono livellare, pianificare e a volte un po’ ci riescono. Ma abbattere le vette e ostacolare il genio significa rallentare l’evoluzione e i benefici che essa porta con sè.
*********




La compagnia di una donna è sempre stressante. Se c’è l’attrazione sessuale, l’uomo è disposto a sopportare questo stress. Se manca, l’uomo preferisce la compagnia di un altro uomo.
*******
Adesso siamo in questo mondo e lavoriamo per questo mondo. Dopo morti, quando saremo nell’oltremondo (se esiste) lavoreremo per quel mondo. Non possiamo lavorare qui, adesso, per un mondo futuro, ignoto e improbabile!!!
*******
L’ateo non impone il suo credo. L’uomo religioso invece impone la sua dottrina ed pronto a metterti al rogo se non la accetti.
*******
Come sono importanti gli scrittori. A differenza dei preti che non hanno capito nulla e hanno perso tempo a studiare la bibbia, gli scrittori hanno studiato la vita e ce la raccontano.
*******
I fondatori di religioni non amavano questo mondo e allora iniziarono un progetto enorme, da portare avanti dalle future generazioni. Essi progettarono un mondo artificiale, che piaceva a loro, fatto su misura per loro. Incominciarono a costruire chiese, conventi, monasteri, cioè piccole isole del loro mondo artificiale isolato dal mondo naturale. Anche la vita venne modellata secondo i loro gusti. I fondatori di religioni odiavano il sesso e quindi il sesso era bandito nel loro mondo. Essi amavano canti, preghiere, e imposero queste  azioni ossessive come regola da seguire. Essi amavano solitudine, sobrietà; i più masochisti amavano la sofferenza  e dentro i loro mondi la imposero. Col passare del tempo i successori hanno deragliato dal progetto originale, però questo si è esteso e perpetuato per secoli.
********
Nella battaglia fra i sessi vince la donna perché è più furba, è più sleale dell’uomo. Inoltre l’uomo spesso la lascia vincere.
******
Questo bisogno di Dio, in tutte le religioni e le culture, dimostra solamente una cosa. Gli uomini sono animali sociali che hanno bisogno di un capobranco, come i cani e i lupi. Dio simboleggia il capobranco, che dà coesione al gruppo, lo guida, lo protegge.
********
Dopo la morte andiamo sotto terra. Non andiamo in cielo, andiamo sotto terra. Solamente gli psicopatici hanno affermato il contrario dell’evidenza.
********
La scomparsa di mio cugino Renzo Ferrari mi ha portato via una fetta di felicità.
*********
I libri, il collezionismo, i desideri da realizzare, le aspettative di qualcosa di bello, di qualcosa che verrà. Sono tutte cose che aiutano ad accettare la vita, a sopportare la vita.
*********
Si ricorderanno di me le donne che ho deificato? Sì. In un angolo della loro mente, nei momenti di nostalgia per la giovinezza e per il tempo passato, penseranno anche a quel ragazzo che le corteggiava.
********
Le chiese sono come le tabaccherie: vendono fumo.
*********




Anche nelle effusioni erotiche l’uomo e la donna si comportano e reagiscono in maniera differente, profondamente differente. La donna accarezzata da un uomo ride; l’uomo impegnato in questa attività, invece, è serio, terribilmente serio.
*****
Un grande, meraviglioso, eterno, tormentato amore finisce appena... ne incomincia un altro.
********
I filosofi orientali insegnano che tutta la Realtà è illusione. Non è esatto. I materialisti affermano che questa Realtà è unica. Non è esatto. Noi percepiamo una Realtà parziale. Ci sono microbi che non vediamo e galassie invisibili. Però questa fetta parziale di Realtà che percepiamo è autentica.
********
Sono un esteta. Credo nella Bellezza e sono convinto che la cosa più bella che esiste nell’universo siano: le Donne. Non servono solo per fare i figli, nè per il piacere del maschio. Ispirano, consolano, addolciscono, pacificano e danno il piacere estetico.
********
Per leccare il sesso a una donna in piedi, l’uomo deve inginocchiarsi, ed è come se pregasse.
********
La donna dapprima ci ispira e ci fa volare. Dopo il matrimonio ci atterra legandoci a pesanti doveri.
************
Nei momenti tristi cerco le mie donne, ma non le trovo più. Esse sono rimaste là, nei pomeriggi degli anni ’60.
**********
I viaggi nello spazio non mi interessano quasi più. Adesso voglio i viaggi nel tempo (il passato) e le vecchie foto sono l’unico veicolo che funziona.
*********


Un esteta è un ricercatore, un estimatore e innamorato delle cose belle. E le donne sono delle cose belle.
*********
Il corpo femminile è la cosa più bella che esiste nell’universo. Dio ha creato il corpo maschile solamente funzionale. Ma nel corpo femminile ha creato, oltre alla funzionalità, un’opera d’arte.
****
I ragazzi devono imparare che se non fanno le avances alle femmine, vengono giudicati anormali. Se insistono con le avances, sono giudicati dei porci.
La tecnica da seguire, la tecnica naturale è una sola: bisogna fare le avances, accettare il rifiuto e fermarsi. Riprendere dopo giorni o settimane e fermarsi ancora. Riprovare con delicatezza, e dopo qualche tempo (quasi ma non sempre) si arriva allo scopo.
*******
Ci sono azioni che non servono a niente, ma valgono più delle parole: un bacio, un abbraccio.
*********



Il passato che ha valore è solamente quello nel quale abbiamo fatto qualcosa di duraturo: un figlio, un libro, una casa.
****
Alla mia donna io chiedo: “Aiutami a capire la vita.” Anche se dopo avrò più interrogativi di prima.
*****
Ho buttato via Proust, Queneau, James Joyce. Questi autori hanno prodotto degli equilibrismi linguistici, ma non letteratura. La letteratura viene dall’anima (dall’inconscio) e parla all’anima.
******
La sfortuna non esiste. Il mondo e la vita sono come la roulette: ci sono più combinazioni sfavorevoli che favorevoli. I numeri perdenti sono maggiori di quelli vincenti; perciò è più facile fallire un progetto che realizzarlo.
******
Leggendo gli orrori della storia (tortura, inquisizione, campi di sterminio) arriviamo a farci un’idea di Dio non buono e giusto, ma crudele e malvagio.
***********
Una donna bella quando compie una azione semplice come lavarsi le mani, pettinarsi o fare pipì, se lo fa con grazia, crea un’opera d’arte.
*********
A cosa serve la vita? Qual è lo scopo della vita? A scuola ci insegnavano: “Per conoscere e amare Dio e goderlo poi nell’altra vita.”
Che sciocchezza, vero? La risposta giusta è semplicissima e dimostrabile. La vita serve per fare i figli.
Però la risposta crea un’altra domanda: a cosa servono le future generazioni? A questa domanda non è possibile rispondere.
*************
Gli Dei misericordiosi danno il rimbambimento ai vecchi per calmare la disperazione per la vita che è passata.
******
Non bisogna dare troppo peso alle parole. Io che sono scrittore per vocazione so che le parole sono soffi d’aria o segni grafici. I pensieri che stanno dietro di loro cambiano continuamente.
*******


Sì, d’accordo, il sesso ha molti difetti  e inconvenienti: è una stupidaggine, annoia presto, delude, dà un piacere fugace. Però è l’unica cosa bella in questo mondo!
*********
A volte la natura misericordiosa dà il rimbambimento ai vecchi affinchè sopportino meglio gli orrori della vita.
**********
Mi dà molta consolazione ricordare il passato. Il futuro invece mi fa paura.
La vita è fatta di molti momenti grigi, di momenti dolorosi e di pochi momenti piacevoli. Per me questi sono rappresentati dalle donne, dai libri e dalla campagna.
********



Nel 1966 Mary Quant, Carnaby Street Londra, inventò la minigonna. Naturalmente dietro di lei c’era una potente organizzazione commerciale per pubblicizzarla e diffonderla. Tutti i giornali ne parlavano come una invenzione grandiosa. Eppure si trattò solo di accorciare le gonne di 20 cm.
Se lo avesse fatto una sarta di Minerbe, nessuno ne avrebbe parlato. Tutte le ragazze compravano la minigonna facendo infuriare genitori, preti ed educatori. Però vinse la minigonna. Nel 1969 qualcuno inventò gli shorts, ma ebbero poco successo.
*******
Poche cose rendono sopportabile la vita: l’amore, il sesso, i libri, la letteratura, la campagna.
********
L’arte quando raggiunge un livello superiore, confina con la santità.
***********
In amore l’uomo ha la capacità di illudersi. Egli vede nella donna che ama qualità che non esistono, oppure esistono all’incontrario. Egli ingigantisce i pregi, non vede i difetti, carica la donna amata di doti immaginarie.
**********
Le emozioni sono stati mentali strani. Una sensazione è la risposta del corpo a un evento fisico: se prendo una martellata al dito, sento male, il dito si gonfio, io sento dolore.
Nell’emozione c’è un evento fisico minimo che produce risposte fisiche grandi e sproporzionate. Esempio: quando ero giovane, la vicinanza di una ragazza mi faceva provare sudorazione, anche se non c’era caldo. Tremore e brividi, anche se non c’era freddo. Afonia, con la gola sana. Batticuore violento, senza fare nessun sforzo fisico. Rossore, vertigine, diarrea...
*****
Attorno al sesso, l’umanità ha costruito un complicato reticolo di finzioni. I poeti hanno costruito un alone fatto di illusioni. Gli amanti una impalcatura fatta di irrealtà. Gli uomini d’affari hanno costruito un marchingegno per lo sfruttamento commerciale. I preti hanno inventato un abisso di perdizione.
A volte dimentichiamo che il sesso serve solo per fare i figli.
********


Una religione che compisse il miracolo di guarire i raffreddori, diventerebbe l’unica grande religione del mondo.
*******



Le opere degli artisti sono miracolose. Ma il miracolo raddoppia poichè sono state create in condizioni avverse, fra ostacoli, miseria, malattie.
*******
I piaceri dei libri sono paragonabili ai piaceri del sesso. E una biblioteca è paragonabile a un harem di donne.
****
Chi osserva la vita, chi studia la natura, distrugge ogni religione.
*********
La scienza descrive la realtà. La religione descrive la fantasia del suo fondatore: come egli desiderava che fosse la realtà.
*******

La religione è una organizzazione di psicopatici ben organizzati, per imporre le loro idee deliranti.
********
Gli artisti abbelliscono il mondo e dovrebbero essere aiutati nei momenti difficili della loro vita. Invece, se leggiamo le biografie, vediamo che artisti, scrittori, inventori sono sempre stati ostacolati e incompresi dai loro contemporanei. Il gene della genialità fa paura ai mediocri!!
*******
L’amore giustifica tutto.
********
Il mito di Gesù è paragonabile a quello di Ercole. Gesù, un essere (non un uomo) che resuscita un morto; che sopravvive senza cibo nè acqua nel deserto per 40 giorni; che produce dal nulla pane e pesci. Un essere dotato di questi poteri che poi si lascia crocifiggere. È inaccettabile per il raziocinio. Credere a questo significa mettere in pericolo la propria sanità mentale.
********
Una vita da vivere, e una seconda per correggere gli errori commessi nella precedente.
*******
L’importanza del buco. Un buco è un vuoto circondato da materia. Lo spazio non è un buco; un muro di mattoni non è un buco. Ma una porta o una finestra sono buchi, importanti e utili. Una donna ha tre buchi: bocca, vagina, ano. Un uomo ne ha solamente due.
Il buco è apprezzato perchè permette lo scambio con l’esterno, fra due esseri, fra due realtà.
*******
Dopo tanto femminismo, commiseriamo un poco anche i poveri uomini. Noi uomini, sempre affamati di sesso, bisognosi di una donna; costretti a fare guerre per istinto, per rivalità, per senso del possesso. Conquistiamo imperi per regalarli a una donna. Fatichiamo, sopportiamo, lottiamo, soffriamo sempre per una donna.
********
Quanta fantasia c’è nelle menti degli uomini. Una volta scrivevano la bibbia; adesso scrivono romanzi di fantascienza.
Io preferisco un buon romanzo realista. Almeno imparo qualcosa del mondo, della psicologia delle donne (che è molto importante) e le esperienze della vita reale.
********



Un benefattore dà denaro ai poveri, regala cibo e alloggi ai bisognosi, aiuta i disperati.
Se i ruoli si invertono, se il benefattore cade in miseria e i poveri arricchiscono, nessuno aiuterà quel benefattore. Tutti gli volteranno le spalle e se è debole lo deruberanno del poco che gli resta. Questa è una legge della natura.
*********
“La vita fa schifo. Bisognerebbe restare sempre giovani.” Afferma un vecchietto ammalato. Ma non è vero che da giovani ci sia la felicità. Ci sono malanni anche in quel periodo, solamente non ne siamo consapevoli.
********
L’Arte è la sublimazione di un evento doloroso. Esempio: una bella poesia è il risultato di un amore irrealizzato o finito male. Se il poeta avesse portato a letto la sua donna, non avrebbe scritto alcuna poesia.
*******
La mentalità religiosa inventa i fatti a sostegno della teoria religiosa. Modifica l’interpretazione della realtà per adattarla alla fittizia realtà religiosa.
*********

Crederei che la bibbia è stata scritta da Dio se descrivesse la terra rotonda che ruota intorno al sole; e magari qualche altra caratteristica del nostro universo: la spiegazione dell’infinito, del tempo, del microcosmo... l’universo lo ha fatto Dio, dicono i  preti, e allora queste cose lui dovrebbe saperle. Invece la bibbia riflette la mentalità e le credenze degli uomini di due millenni fa.
*****
Gli eventi non vanno subito al verso giusto; perchè? È facile: perchè il verso giusto è uno solo mentre quelli sbagliati sono molti.
********
Nei miei video, intendo associare la bellezza all’ansia. L’ansia che mi fa provare la vista di una bella ragazza, l’ansia che provo durante  l’innamoramento e il corteggiamento.
*******
Nell’amore e nel sesso la persona cancella il proprio naturale egoismo, azzera la propria ricerca del benessere, annulla i propri interessi e bisogni. La persona innamorata dedica tutte le proprie energie, il proprio tempo, cioè dedica tutta sè stessa per servire e soddisfare il partner.
***********
Ma sì, diciamo la verità. Io ho realizzato nei libri quello che non sono riuscito a realizzare nella vita!
********
Ogni situazione, ogni evento ha un lato bello e un lato brutto. Preti e politici scelgono quale lato descrivere e quale tacere con lo scopo di rafforzare la loro dottrina. Anche il poeta sceglie, ma esclusivamente per scopi  estetici.
*******









La mia vita... E’ come un grande e misterioso arazzo. Fin da bambino sapevo che c’era un disegno da seguire, un destino da compiere, un lavoro da svolgere, ma non sapevo quale. Circa a 11 anni incominciai a vedere la prima traccia del disegno: sarei diventato scrittore; ma c’era tanto da scoprire ancora, c’erano convinzioni sbagliate, punti oscuri. Vedevo solamente l’inizio del disegno che si perdeva nel buio dell’incertezza.
Durante la vita, man mano che seguivo il disegno, le cose diventavano un pochino più chiare. A 30 anni ho deragliato, ho combattuto contro il disegno, contro il mio destino, contro la mia missione. Dopo i 40 anni ho ripreso a seguire il disegno  e adesso nel 2013 lo vedo più estesamente, anche se non completamente.
*******
Sono un artista, sono un creatore di opere d’arte e sento Dio come un collega. Così posso giudicare obiettivamente la sua opera. Ha moltissimi difetti: malattie, parassiti, pidocchi, cimici, pulci, per citarne qualcuno.
E gli stupidi preti danno a noi uomini la colpa di queste brutture e pretendono che noi lodiamo questo dio imperfetto!
********+
La nobiltà è un attributo genetico, anche se la società ha tentato di istituzionalizzarla. Con l’anima nobile si nasce, non si diventa. Così ci può essere il Duca bovaro e il contadino Duca.
******
L’universo è un ammasso di materia, spazio ed energia. La Vita è l’eccezione delle eccezioni (Nietzsche); è un incidente all’interno delle leggi fisiche (Lovecraft). Una muffa (la vita) che in condizioni favorevole nasce su qualche sasso (pianeta).
********
La natura irrazionale dell’uomo si evidenzia anche nella sessualità. Egli ricava piacere non solo dall’atto sessuale, ma anche da azioni corollarie quali baci, carezze, toccamenti, cioè azioni che non servono a procreare.
**********
Il grande sforzo che hanno fatto i teologi è quello di presentare un dio buono, saggio e giusto. Quando osserviamo il mondo reale vediamo dovunque cattiverie, lotte, brutture, malattie. Come conseguenza: l’autore di questo mondo è un dio cattivo e malvagio.
I teologi con mille sofismi hanno ribaltato la situazione: affermano che il mondo era buono, ma l’uomo ha peccato mangiando la mela di un albero magico, così tutte le colpe ricadono sull’uomo. Che idiozia!!!
*********+
L’esistenza di esseri abbastanza perfezionati pone il problema della loro origine. Io accetto questo mistero. Se ipotizziamo l’esistenza di un dio creatore, spostiamo e amplifichiamo il problema: chi creò questo essere ancora più perfetto?
********
Tutti gli uomini sono nemici perchè ognuno vuole le stesse cose dagli altri: cibo, sesso, denaro, terreno.
Finchè gli oggetti desiderati sono molti, gli uomini vivono in pace. Quando incominciano a scarseggiare, avvengono liti e guerre.
************
La letteratura è un passatempo per la vita.
********
Le parole che cambiano le persone, sono quelle appropriate, dette nel modo adeguato, e nel momento favorevole.
************
Esiste un rapporto strettissimo tra sesso e religione. La religione è sesso mascherato, sesso stravolto, sesso invertito, sesso idealizzato. Vedi le fidanzate di Cristo, le spose di Cristo.
*******
Le donne bisogna scoprirle e riscoprirle.
************
Se accetto che esista dio, lo immagino cattivo e sadico. Lui è quello che ha inventato vaiolo, colera, lebbra, peste, sifilide, influenza, morbillo, tetano, difterite, parassiti, vipere, scorpioni...
Leggete un trattato di medicina per scoprire le malvagità di dio.
******************




Come sono diventato scrittore.
Il mondo intellettuale è aristocratico. Non tutti provano grandi emozioni e non tutti provano il desiderio di imparare a descriverle, dipingerle o musicarle.
Fin da bambini provavo grandi emozioni per i tramonti, la luna, le stagioni... Credevo che fosse così per tutti. Dicevo a mio papà: “Guarda che luna meravigliosa.”
Lui alzava gli occhi e rispondeva: “E’ sempre la stessa.”
Non era vero!!! Ho visto una sola volta nella vita, d’estate, una luna rossa gigantesca, a sud, in via Calcara, di fianco alla chiesetta della beata Vergine.
Ho visto una luna di cristallo di Ottobre; una luna velata da sposa in Maggio alla strada rossa; una luna marcia a fine Agosto...
Spinto da queste emozioni ho imparato la grammatica per poterle descrivere... e sono diventato scrittore.
********
Da giovane ero molto timido e avevo paura delle donne. Forse per questo mi sono avvicinato alla letteratura del terrore: per allenarmi a sopportare la paura.
*********
Per rendere la donna attraente la Natura aveva due soluzioni: fare la donna angelica; oppure fare l’uomo capace di vederla angelica. La Natura ha scelto la seconda soluzione.
*******
La peggiore delle ingiustizie è quella dell’uguaglianza. Così vengono livellate genialità, abilità, passioni. Tutti a livello degli idioti, cioè della maggioranza.
In una società buona le abilità vengono valorizzate e messe a disposizione della comunità.
*******
Ho il diritto di usare le persone, poichè anche io vengo usato per uno scopo superiore. Tutti i geni hanno il diritto di usare le persone per adempiere alla missione che è stato a loro destinata.
**********
Il paradiso viene dopo il purgatorio. Il paradiso è fondato sul purgatorio. Il paradiso, cioè la gioia, è la fine di una sofferenza. Tutto qui. Se non esiste la sofferenza che precede, non può esistere la sua fine, che si chiama felicità.
*********
Che cosa penso mentre faccio l’amore: “E? tutto qui? Quelli che si sposano per arrivare al sesso prendono una grande fregatura.”
******




Anche le religioni rigidamente monoteistiche sono formate da due Dei. Il primo Dio viene adorato; il secondo viene vilipeso. Il secondo dio (il diavolo nel cristianesimo) serve per attribuirgli tutte le imperfezioni della creazione, tutte le sozzure, le brutture, le nefandezze e come spauracchio per i fedeli.
In alcune religioni quando il primo Dio non soddisfa più, i fedeli adorano il secondo Dio e bestemmiano il primo. I ruoli si invertono molte volte nel corso del tempo.
******
Le contraddizioni delle religioni: no al sesso, il sesso è peccaminoso, è diabolico. Sì alla vita; la vita è sacra; l’infanticidio, l’eutanasia, il suicidio sono peccato.
********
Le leggi fisiche non hanno eccezioni. Per questo i miracoli non possono esistere.
*******
Il passato senza conseguenze può considerarsi morto. Se nel passato ho costruito una casa, ho scritto un libro, ho vissuto una storia d’amore che mi ha lasciato un ricordo, ho fatto un figlio, allora questo passato ha valore.
*********
Le donne sono maestre del senso pratico, adatte a vivere in questo mondo. Le donne fanno i figli. Gli uomini invece, stupidi idealisti, fanno religioni e filosofie.
*****
La donna esile, filiforme, eterea, spirituale, va bene per gli amori platonici, a 20 anni.
Quando abbiamo 40 anni vogliamo la donna piccola, cicciottella, con belle cosce, seno e sederino sporgenti, da palpare e accarezzare.
A 20 anni vogliamo annusare il fiore. A 40 anni vogliamo mangiare il frutto.
********++
Una religione può essere giudicata leggendo il testo sacro, oppure osservando il mondo reale. Io preferisco la seconda soluzione.
**********
Non rimpiango il tempo speso in compagnia dei libri. Forse avrei dovuto leggere meno libri e accarezzare più donne. Ma posso scrivere questo solamente adesso, perchè ho letto molti libri.
********
Tutti i popoli primitivi hanno una religione: animismo, stregoneria, culto dei morti. I teologi affermano che questo fatto prova l’esistenza di Dio. Non è vero. Tutti i popoli primitivi hanno parassiti, malattie, sporcizia, superstizioni, religione. La religione è dunque un pensiero parassita della mente, come i batteri sono parassiti del corpo.
***********
L’amore è la grande illusione. La presenza dell’amore nel mondo, giustifica la presenza dell’Arte, che è anche essa una grande illusione.
*************
Quando amiamo una persona, anche i suoi difetti diventano pregi. Quando odiamo una persona, anche i suoi pregi diventano difetti.
*************
La vita è un percorso pieno di trabocchetti. Presto o tardi cadiamo dentro qualcuno. È impossibile schivarli tutti.
***********




Solamente un re può permettersi il lusso di non essere ipocrita.
*************
In periodo di eguaglianza e democrazia, dieci deficienti valgono più che un saggio.
**********
Ogni persona è un fedele robot, schiavo della mentalità della sua epoca e della località dove è nato e cresciuto.
***********
I vecchi sono libri pieni di conoscenza. I bambini sono libri con tutte le pagine bianche; da loro non si impara niente.
********
Quando muore un amico o un familiare bisognerebbe ricordare solo i suoi difetti, per soffrire meno. Invece purtroppo, ricordiamo i suoi pregi.
*********
Un grande amore irrealizzato è un evento doloroso. Ma se si realizza col matrimonio diventa un evento ancor più doloroso.
********
L’arte si è prostituita per secoli alla religione. Essa ha scolpito e dipinto solo cristi, madonne, santi e pontefici. Pittori, scultori, e scrittori hanno prodotto solo opere religiose e apologie della religione.
Odio l’arte prostituita alla religione o ai prodotti commerciali. L’arte puttana, l’arte come mezzo di propaganda, l’arte non fine a sè stessa.
*******
Mentre l’uomo fa l’amore non pensa che sta facendo un figlio. Egli compie il lavoro di procreare basandosi solo sulle sue fantasie. La donna invece non ha fantasie. Ella è prosaica, realista e consapevole di quello che fa.
La donna è come uno specchio posato sul fango. L’uomo vi vede il cielo riflesso, accorre e si ritrova impantanato.
*******
La scuola dà la sensazione di aver insegnato tutto. Lo studente non sa che ci sono centinaia di autori migliori da scoprire e conoscere. Scuole e biblioteche pubbliche affossano la cultura. La cultura è in mano a collezionisti e bibliofili.
*******
Non esiste giustizia in nessun campo. Ecco perchè un autore mediocre può diventare famoso e un autore geniale restare sconosciuto.
*******
Ognuno nasce con alcune caratteristiche: pregi e difetti. Il nostro merito consiste nel limare i difetti e amplificare i pregi.
*********
Un corpo in buona salute è tormentato dai bisogni: cibo, sesso, bisogno di riposo. A questi aggiungiamo qualche doloretto, parassita, clima troppo caldo o troppo freddo.
**********
La realtà deve entrare nella nostra testa attraverso gli organi sensoriali. Purtroppo molte persone proiettano all’esterno le loro convinzioni mentali. Queste persone non vedono la realtà, ma la interpretano, la traducono.
*********




Il cervello produce in continuazione impulsi, idee, pensieri, fantasie. L’io cosciente ha il compito di scartare, accettare o mettere in pratica.
********
Un artista (poeta, pittore, musicista, scultore) viene considerato matto perchè fa delle cose non necessarie alla vita; che sono queste: mangiare, bere, riposare, riprodursi.
**********
Quando incontro un uomo troppo buono, troppo perfetto, io penso: “Ecco un uomo pericoloso, perchè riesce a nascondere bene la sua parte malvagia (presente in ogni uomo e donna) e non si sa dove sfocerà.”
*******
Una signora racconta: Quando ero bambina mi divertivo a guardare il sole, anche se mia nonna mi sgridava. Fissando il disco solare c’è l’illusione che il sole giri al suo interno.  Da adulta sono andata a Medjogurie; 18 ore di corriera, ho scalato due montagnole di sassi. Lassù i fedeli guardavano il sole e lo vedevano girare. Io osservai che anche in Italia si vede lo stesso fenomeno. Infatti, rientrati in Italia i fedeli osservarono di nuovo il sole e affermarono che è effettivamente così, il sole sembrava ruotare anche qui.
Le persone che vanno in cerca di eventi prodigiosi sono persone suggestionabilissime e se non trovano il miracolo, lo inventano.
********
Che ama la pulizia deve fare pulizia. E chi vuole fare pulizia è obbligato a sporcarsi.
*********
I geni sono rifiutati e condannati dai tipici rappresentanti di una società e di un’epoca. Questi geni sono i rappresentanti di una società futura.
********
Malattie, miseria, sofferenza. Gli occidentali lavorano per risolvere questi problemi. Gli orientali invece hanno coperto questi problemi inventando rifugi meravigliosi e illusori: paradisi, nirvana, reincarnazione.
***********
Perchè ho avuto zero esperienze sessuali fino a 30 anni? La mia famiglia bigotta; la democrazia cristiana al potere con il clima sessuofobico degli anni ’50; la mia timidezza; la mancanza di una sorella o un fratello maggiore; la mancanza di un amico più vecchio che mi insegnasse le cose del sesso. Tutte queste circostanze hanno creato il mio destino!
**********
Una serie di 4 o 5 circostanze creano un destino. Esempio: un uomo ha appena preso la patente di guida; ha comprato una automobile nuova e ha poca pratica della guida; parte una sera verso una città che non conosce; arriva la nebbia. Risultato: questo uomo ha un incidente d’auto. Le circostanze hanno creato un corridoio e questo corridoio si chiama Destino.
********
Anche la mente ha le sue epidemie. Il corpo ha il colera, la peste, il vaiolo. La mente ha le religioni.
**********
L’amica Elisa insieme ad altri va in pellegrinaggio da santa Rita e durante il percorso hanno un incidente d’auto nel quale rischiano di morire. Conclusione: la santa non protegge nessuno.
*******
I sistemi di pensiero chiusi forniscono tutte le risposte ai problemi. I sistemi di pensiero aperti riconoscono la nostra ignoranza, studiano e qualche volta trovano la soluzione.
*********



Io posso amarti, ma nel momento che tu accetti il mio amore, mi perdi.
********
Se tenti di nascondere un tuo difetto, esso si vede di più. Conviene dichiararlo subito e diventerà meno vistoso.
*********
Se guardi un solo problema lo ingrandisci. I problemi bisogna guardarli in gruppo, per valutarli e raffrontare le loro dimensioni.
***********
Alcuni uomini hanno capito che la rete per diffondere e valorizzare un prodotto è più importante del prodotto stesso. Così producono schifezze che vengono valorizzate come capolavori.
*********




Le doti naturali servono poco per far strada nella vita; nel mio caso  sono di ostacolo. Ho visto tanti mediocri far carriera affermarsi e raccogliere premi, con l’appoggio della politica o della religione.
*******
Le filosofie sono gabbie mentali come le religioni. Preferisco la letteratura, che descrive eventi esteriori ed interiori e dà delle ipotesi per spiegali.
*******
I preti hanno inventato un Dio, un essere invisibile da servire e adorare. Il dio doveva essere buono, altrimenti nessuno lo avrebbe adorato. Ma sorgeva un problema: se dio è buono perchè esiste il Male nel mondo? I preti, con un formidabile gioco di prestigio, hanno inventato la risposta: tutto il male nel mondo deriva dall’uomo, colpevole di aver rovinato la creazione disobbedendo a dio (Adamo ed Eva nel paradiso terrestre).Dio merita adorazioni e scuse. E i preti, unici rappresentati di quel dio, ricavano beneficio. Possiamo chiamare questo: strategia di marketing.
*******
Un uomo di natura passionale ha la vita dominata da una grande passione, che si manifesta nell’adolescenza. Nel corso degli anni questa passione primaria viene intramezzata da altre passioni secondarie che fungono da intervalli, da pause, da controcanti.
************
Intelligenza è la capacità di risolvere problemi astratti: letterari, estetici, scientifici. Furbizia è la capacità di risolvere problemi pratici della vita.
*****
Una donna ha gli uomini per ogni occasione. Un uomo per il denaro, uno per l’amore, uno per farla ridere, uno per consolarla, uno per intrattenerla. Una donna usa gli uomini come cassetti.
********
Oggi Febbraio 2005 raccolgo i frammenti del passato per comporre il mosaico della mia vita: foto di 40 anni fa, una trottola, una spilla... Quanto tempo passato. Quanto tempo finito. E dove va il tempo che abbiamo consumato? Dove vanno le nostre azioni? I nostri momenti felici? I nostri sogni? Dove andremo noi? Cosa ci sarà dentro l’abisso del tempo?
******



Tutti questi anni passati, mi pare che qualcuno me li abbia rubati. Tutto questo tempo finito. Cosa resta? Guardo i libri della mia biblioteca. Sono rimasti loro. Chi li toccherà dopo di me? Chi li conserverà o li distruggerà?
*******
Ieri ho fatto un giro per fotografare vecchie case e fattorie abbandonate nella campagna. Ne ho incontrate di bellissime, solitarie, cadenti, piene di ricordi.... Ho visitato anche vecchi e piccoli cimiteri soffermandomi davanti a foto di estinti giovani e vecchi, tentando di percepire qualcosa della loro vita passata: amori, passioni, sofferenze, lotte, speranze...
*******
Sono un libro di storia con le gambe.
********
Per capire le situazioni bisogna viverle da dentro. È inutile studiare gli scrittori a scuola e pretendere di capirli. Bisogna diventare scrittori per poterli capire.
*********
Per consolarmi quando scompare un familiare, dovrei ricordare solo i suoi difetti. Invece purtroppo avviene che ricordo solo i suoi pregi.
********
L’uomo più buono del mondo, l’uomo più verme del mondo, se ottiene il potere assoluto diventa un carnefice.
***********
Sono stufo di sentire predicare che bisogna aiutare i disabili, gli stranieri, i deficienti. Aiutiamoci noi, invece, italiani, abili e intelligenti!
Ma forse questo esercito di malandati è un’arma al servizio del Potere (partito o chiesa) che la userà contro di noi.
******
Ogni uomo ha una attrazione verso il sesso e alcune resistenze verso esso (timidezza, paura). Per arrivare all’attrazione l’uomo deve prima superare queste resistenze.
*******
Quando vedrò un sasso galleggiare sull’acqua, allora crederò ai miracoli.
*******
Dentro il vaticano si costruisce la religione che viene distribuita nelle chiese, venduta alle persone esportata su tutto il pianeta.
*********
Ogni libro scritto è una rivincita sul tempo.
********
Preferisco le donne piccole perchè il maschio si illude di poterle dominare.
********
Purtroppo il tempo dei grandi amori, quelli che mi spiazzavano, che mi davano l’estasi, che mi inondavano l’anima, è finito.
********
I diffusori di religioni hanno capito il mondo reale e hanno avvolto l’umanità in una rete di illusioni per poterla sfruttare.
******




Ci sono libri che mi accompagnano nel corso della vita e che rileggo col passare degli anni.
Ci sono libri che hanno rappresentato un periodo della mia vita e che ho letto una volta sola.
Ci sono i libri che mi sono stati imposti dalla scuola o da una professione obbligatoria, e che ho buttato via.
Ci sono libri piacevoli da leggere. Altri libri piacevoli da tenere in mano perchè appartengono a un periodo piacevole della mia vita. Toccandoli, leggendo la data di stampa, vado a ritroso negli anni, provo i brividi di un viaggio nel tempo, rivedo amori perduti, paesi cambiati, anni finiti.
**********
In amore c’è un percorso da seguire per arrivare alla mèta. Chi lo impara a 15 anni, a 20, 30 40 e chi non lo impara mai.
Il ragazzo inesperto pensa: “Io voglio la vagina, la ragazza vuole il membro, è facile.”
Invece scopre che non è così. C’è tutto il corteggiamento da imparare e poi da fare!

*******

La vita è un’onda sul mare della materia.

*********

Ogni vero artista è un Pagano: ama la bellezza, descrive la bellezza, adora la bellezza, insegue la bellezza in tutte le sue forme naturali.
********

Nel 1960 circa ho ascoltato due vecchine che litigavano per questioni di religione. Una sosteneva che in paradiso si rompe il pan degli angeli col martellino d’oro. L’altra vecchina sosteneva che era un martellino d’argento!

*****

Noi scrittori e registi, siamo imbalsamatori della Vita.

*********


Un genio è un uomo che ha avuto dei problemi, ha impiegato delle energie per superarli e nello slancio ha superato i problemi e anche la linea della mediocrità.

********
Un’opera d’arte dà emozioni di piacere. Anche un nudo femminile dà emozioni di piacere, quindi è un’opera d’arte.
*********

La donna sconosciuta è eccitante. Non sappiamo niente di lei, è tutta da scoprire. È come uno schermo dove noi proiettiamo i nostri fantasmi erotici.
Poi conoscendola, impariamo la sua vita, i suoi difetti, dolori e mancanze. Il nostro desiderio cala. Conoscendola completamente, la donna diventa come una sorella e smettiamo di desiderarla.

******

Prova a salire su una sedia, o meglio sopra il tavolo. Vedrai le cose da un altro punto di vista. La stanza sembra differente, non sembra nemmeno più la stessa stanza.
***********
Ho imparato ad accettare il Mistero. Tutte le conoscenze portano sempre a questa meta.
**********
Umanità. Questa muffa pensante che si forma a volte e alligna sui granelli cosmici.
****
Il Sesso e la Morte sono i due temi attorno ai quali ruota la Vita.
********
Religione, ha lo stesso significato di rilegare. Rilegare un libro, tenere unite molto pagine; rilegare un popolo, tenere uniti molti cervelli.
********
L’illusione è voluta dalla Natura. Sopratutto nell’amore che in pratica è solamente un meccanismo per fare figli.
*******
Tutte le attività della vita servono esclusivamente per distrarci e dimenticare la morte.
********

L’arte puttana è quella finalizzata a vendere prodotti;  convertire a una religione;  perorare una causa.
Tutta l’arte nelle chiese è prostituita alla religione.
L’Arte vera, autentica è piacevole, inutile e senza scopi. Eppure contribuisce a evolvere l’umanità.
******

Anche noi poeti assomigliamo ai missionari. I missionari della religione lavorano per fare un paradiso migliore, per inviare più persone in paradiso. Noi poeti invece lavoriamo per fare questo mondo migliore.
**********

Alcune cose esistono sicuramente: le leggi fisiche che governano l’universo. All’interno di queste leggi si producono i fenomeni: il fuoco, la luce, l’energia, la vita...
*******
Una mega psicosi ha investito il pianeta ed essa si chiama cristianesimo.
*******
La vita è una serie di scatti: nascita, infanzia, giovinezza, maturità, vecchiaia, morte.
********
C’è molta sessualità nella religione e nelle chiese. Prendiamo ad esempio il tabernacolo: un luogo piccolo, oscuro, nascosto, simbolo del sesso femminile. Davanti c’è una tendina (il pelo). Poi la porticina da disserrare (l’imene) per entrare nel suo interno.
********
La cultura pura è come l’alta tensione: ti fulmina. Perciò i professori la riducono, la attenuano, la filtrano prima di esporla agli scolari.

********
L’ignoranza crea superstizione, religioni, teogonie, metafisiche. Solo la conoscenza riesce a dire: Non so.
*******

Nella donna, sotto la superficie dei lavori quotidiani, brilla la grandezza dell’anima femminile.
*****
Dopo aver scritto DONNE SESSO E AMORE avevo da scegliere due strade: rifiutare le donne oppure adorarle. Ho scelto la seconda strada.
*******
L’unico legame valido verso la vita, sono: le donne. Tutte le altre passioni sono solamente dei surrogati.
********
Ogni persona ha i propri draghi contro cui combattere quotidianamente. Anche io non faccio eccezione.
********
Non vedo il lato comico della vita; vedo il lato drammatico, bizzarro, ma ancora di più, il lato incomprensibile. Per me la vita è un punto interrogativo.
*******
La corre dentro le rotaie del piacere e del dolore. Corriamo verso il piacere e ci sforziamo di evitare il dolore.
*******
C’è qualcosa nell’amore che talvolta va oltre l’umanità. L’amore è sovrumano.
*****
A cosa servono i libri? Principalmente servono per decondizionarci, per cancellare le superstizioni, per uscire dalla gabbia mentale impostaci da genitori, educatori e preti. Dopo possiamo guardare la realtà con i nostri occhi.
*******
La scuola ci imbottisce la testa di nozioni non necessarie o inutili. Gli educatori ci condizionano; i preti ci ingabbiano. Quanto tempo perduto mentre la giovinezza passa. Poi ci accorgiamo che sarebbe stato più saggio dedicare il nostro tempo alla fica con teoria e pratica.
*********
La perfezione non esiste nel mondo, nell’arte e nella vita reale. Seguitando a scartare le imperfezioni si arriva a distruggere tutto. Un pochino di imperfezione dobbiamo accettarla. Solamente il Nulla è perfetto.
********
Leccare il culo a una donna è più istruttivo che leggere mille libri di filosofia.
******
Il sesso è una falsa arte.
L’arte è una attività bella, piacevole e inutile. Il sesso è una attività bella, piacevole e falsamente inutile. (serve per fare figli).
********
Che cosa è la videocamera per me? Un pretesto per godere la compagnia di belle ragazze. Un’arma contro il nemico più terribile: il Tempo.
*******
Riguardo alle opere letterarie dei grandi geni, mi stupisce la loro bellezza, ma mi stupisce ancora di più le condizioni sfavorevoli in cui sono state create: malattie, miseria, sofferenza.
*********
Ogni religione è un castello di parole: all’interno del castello le parole si rapportano fra loro e (apparentemente) forniscono risposte e spiegazioni per ogni problema. Ma il castello è un mondo chiuso, fittizio, una costruzione fantasiosa senza rapporto con la realtà.
*******


Che cosa era la Santa inquisizione? Una palestra di sadismo.
******
La filosofia è paragonabile alla astronomia che parla di galassie,buchi neri, viaggi nel tempo. Nessuna delle due scienze servono nella vita reale; non sono utili nella vita di tutti i giorni.
Se ho il raffreddore; se mi piace una ragazza e non riesco a trovare il modo per conoscerla; se mi mancano i soldi per comprare una casa... Filosofia e astronomia non mi sono di nessun aiuto!!!
********
Con la conoscenza si acquisiscono le armi mentali adatte alla battaglia della vita.
*****
Leggete più libri, sarete più liberi. Meno televisione e più libri. Meno automobili e più libri. Perchè? Scoprilo da solo.
******
Ogni romanzo d’amore nasce dopo che l’autore ha corteggiato senza successo una donna.
******
Il sesso da solo è una cosa stupida che annoia dopo poco tempo. Ma è l’alone che sta intorno al sesso che possiede arte e poesia eterna.
***
Le esperienze più belle che ho avuto  nella mia vita sono avvenute a Minerbe nel 1966 e a Veronella nel 1975. Sarebbe bastata quella del 1966 per rendere bella la vita.
 Ma sono stato fortunato e ho avuto una seconda esperienza nel 1975. Alcune persone hanno avuto una sola esperienza indimenticabile. La maggior parte della gente non ha mai avuto nessuna esperienza di questo tipo. Questo perchè bisogna essere poeti o artisti per provarle. I poeti posseggono un tesoro interiore, racchiuso nel forziere dell’anima. La donna giusta possiede la chiave per aprire questo forziere.
********
La religione ama il dolore, cerca il dolore, vuole la penitenza e il dolore. Questo perchè la religione ha escluso il sesso, che è la fonte del piacere.
Ma il corpo è affamato di sensazioni perciò i preti (dopo aver escluso il piacere) offrono al corpo il dolore, che è una sensazione, anche se opposta al piacere.
******
Non esiste inferno e paradiso dopo la morte. Inferni e paradisi li creiamo qui, noi, con le nostre azioni.
******
Il futuro vicino è già disegnato ed è il risultato delle leggi fisiche. Nel futuro vicino, l’uomo non ha libero arbitrio. L’uomo non può cambiare il futuro vicino.
Man mano che il futuro si allontana dal presente, diventa più malleabile, più sfumato e sempre meno rigido.
Il futuro vicino è già disegnato e a me è capitato a volte di vederlo nei sogni. Il futuro lontano invece è incerto e poco conoscibile.
******
Ecco i miracoli che compiono le religioni: riuscire a far credere delle cose incredibili!!!
****
I preti diffondono la religione e la necessità di diffondere la religione.
********
Il successo di uomini come Picasso mi spaventa. Significa che esiste una potente organizzazione capace di pilotare i gusti del pubblico; una organizzazione capace di farci apprezzare una bruttura.
*****
L’impulso a creare (che irrompe periodicamente nella mia coscienza) io lo chiamo “Alto Gestore della mia vita”. Esso ha condizionato tutta la mia vita privandomi di tutte le cose normali: casa, lavoro, moglie, figli.
Nel 1976 ho tentato di soffocare questo impulso, ma lui è stato più forte. Adesso non rinuncerei a questo impulso. Quando creo provo un piacere paragonabile all’orgasmo sessuale.
***
La religione è un potente freno che in teoria dovrebbe frenare gli istinti dell’umanità. In realtà non li frena ma li dirotta verso il sadismo, il masochismo e le psicosi.
*******
Nel nostro corpo abbiamo un unico punto dove possiamo provare piacere. In tutti gli altri punti del corpo possiamo provare solamente dolore.
*********
La religione è contro il mondo e contro la vita! Proibito fare l’amore (peccato della carne). Proibito godere (tentazioni diaboliche). Proibito mangiare (digiuni, astinenza, quaresima). Proibito socializzare (ritiri, clausura, conventi, monasteri). Proibito conoscere (leggi solamente la bibbia).
********
Le religioni sono i parassiti della mente.
*******
Assodato che i bisogni fondamentali dell’umanità sono: cibo e sesso; trovo stupefacente che gli uomini abbiano dedicato tanto tempo per creare opere d’arte!
********
Le femmine hanno la fica in mezzo alle gambe. I maschi hanno la fica nel cervello.
*****
Non si sposa chi odia le donne e chi le ama troppo.
*******
Nel palcoscenico della vita, la donna e il sesso sono importanti.
********
L’umanità è divisa naturalmente in 3 classi. La classe dei subnormali ( deficienti, cretini, spastici, handicappati).
La classe della mediocrità, alla quale appartiene la maggior parte delle persone.
La classe dei geni (artisti, filosofi, scienziati; esempio Chopin, Michelangelo, Einstein).
Ci sono molte associazioni che aiutano deficienti e mediocri. Nessuno aiuta il genio; anzi spesso viene ostacolato.
*******
Durante l’infanzia, la bambina viene maltrattata dai compagni maschietti che la giudicano inferiore: viene derisa, sottovalutata perchè debole, subisce dispetti e prese in giro.
Nella giovinezza le cose cambiano: i maschi vedono la ragazza come un essere superiore, come una Dea. Adesso le parti si sono invertite. Adesso tocca alla femmina vendicarsi e far soffrire i maschi.
*****
La prima volta che ho avuto un rapporto sessuale avevo 29 anni! Mentre ero a letto con una donna pensavo: “E’ tutto qui?”
La seconda volta rimasi ancora deluso e mentre ero a letto con un’altra donna pensavo: “Dopo due o tre volte di questa esperienza, ne avrò abbastanza per tutta la vita.”
La terza volta invece (che prevedevo fosse l’ultima) la cosa incominciò a piacermi. Le prime volte mi aspettavo molto e rimasi deluso. In seguito mi aspettavo poco e allora fui soddisfatto.
*****
La morte fa paura. Alcuni accettano questa paura; altri la coprono con una illusione religiosa.
*******
La cosa più bella che desidero adesso è che arrivi un mio biografo per intervistarmi. Lo porterei nei paesi dove sono ambientate le mie storie; gli direi nomi e cognomi dei protagonisti; gli mostrerei i resti degli edifici che ho descritto, o i posti dove sorgevano. Sarebbe bello. Si eviterebbe così di scrivere tante cose sbagliate sulla mia vita e sui miei libri!
******
La religione è un sistema di pensiero chiuso. La scienza è un sistema di pensiero aperto: essa si mette davanti ai misteri della Realtà e cerca le risposte.
La religione ha già tutte le risposte, ricavate dalla bibbia. Nel corso della storia, tutte le risposte sostenute dalla religione, si sono dimostrate errate.
********
Ci sono quelli che lavorano per migliorare il mondo e quelli che lavorano per peggiorarlo. Io appartengo alla prima categoria; sono un artista e lavoro per creare opere che abbelliscono e rendono più piacevole il soggiorno qui.
***********
Il cristianesimo è stato costretto a inventare il diavolo. Un dio che permette mali, parassiti, atrocità, non sarebbe adorato da nessuno. E allora i furbi preti hanno addossato al diavolo tutti i mali del mondo.
************
Se nella vita precedente abbiamo realizzato il nostro compito, in questa vita proviamo indifferenza verso quegli avvenimenti.
Se viceversa nella vita precedente non abbiamo terminato il compito e abbiamo dei conti in sospeso, allora in questa vita proveremo attrazioni o repulsioni che sembrano ingiustificate.
*********
I preti hanno smesso da tempo di fare pubbliche richieste a Dio per combattere la siccità, i parassiti, le malattie. Poichè queste richieste non ottenevano nulla, la religione perdeva credibilità. Allora i preti preferiscono fare solo ringraziamenti.
*********
Il fedele, prima di adorare il dio o la dea dovrebbe chiedersi:
esiste veramente questo essere?
Gradisce la mia adorazione?
Concede favori a chi lo adora?
*********
Studiare la filosofia non serve a far soldi nè attirare le ragazze. Serve solamente per evitare di cadere dentro le numerose trappole religiose disseminate lungo il cammino dellla vita.
************
Il mondo reale non ci soddisfa e allora indaghiamo per cercarne uno migliore. Così entriamo nella gabbia di qualche religione o filosofia. La prigionia può durare poco o tutta la vita;  chi esce dalla gabbia può cadere in un’altra gabbia, e così via.
Il ricercatore diventa saggio quando, uscito da una catena di gabbie, scopre finalmente che il mondo reale così come è, con le sue incertezze, misteri, precarietà, incomprensibilità, questo è l’unico mondo vero e reale, nel quale conviene vivere.
***********
Ogni religione è un sistema di pensiero formato da asserzioni. Ogni asserzione dimostra la verità di un’altra e così via.
Tutte le asserzioni sono errate, basta confutarne una e tutto l’edificio crolla. Ma non si può confutarne nessuna perchè non appartengono al mondo reale, appartengono alla metafisica, cioè al mondo ipotetico.
*********
Quante parole la società ha inventato per definire il denaro: obolo, onorario, parcella, stipendio...
***********
Gli inferni e paradisi delle religioni sono farse ridicole. Dopo la morte c’è:
il Nulla. Oppure una qualche forma di vita spirituale. Oppure la reincarnazione.
Non sono possibili altre alternative. Una delle tre è quella giusta..
**************
Sì, arrivato a questa età sono un po’ disilluso della vita e perciò provo meno piaceri. Però, facendo uno sforzo riesco a illudermi ancora, meno di quando ero giovane, quando mi illudevo spontaneamente.
************
Nessun padre insegna si figli la psicologia amorosa. Mentre tutte le madri la insegnano alle loro figlie.
************
Le religioni vendono i pensieri.
Noi occidentali produciamo cose e le vendiamo. Gli orientali vendono religioni e filosofie.
**********
La vecchiaia con tutti i suoi tormenti può essere sopportata solamente ricordando la stagione degli amori, fra i 20 e i 30 anni. (Per i fortunati come me che la hanno vissuta).
**********
Le scienze umanistiche: letteratura, filosofia e psicologia; tutte cose che servono per capire che non possiamo capire la vita.
*********
Noi poeti, innamorati della bellezza e della giovinezza, amiamo le cose più transitorie. Le cose stabili al mondo sono vecchiaia e morte.
********
I grandi parolai o venditori di parole, costruttori di castelli di parole: Krishnamurti, Osho, Maharishi, Vivekananda...
Se io un raffreddore, non mi guariscono; se ho sete non mi dissetano; se ho bisogno di pisciare e non trovo il posto, non mi soccorrono; se amo una ragazza e vorrei conoscerla, non mi danno una mano.
I grandi maestri, i grandi parolai danno istruzioni valide (forse) nell’oltre mondo, cioè dopo la morte. Ma qui, in questo mondo, le loro parole non servono a niente!!!
*****
La vita è il banco della roulette.
********
Le persone hanno differenti quantità di bisogni irrazionali. Questo bisogno è la necessità di compiere azioni che non sono utili al soddisfacimento dell’individuo, nè della specie.
Esempi di bisogni razionali: cibo, sesso, comodità.
Esempi di bisogni irrazionali: filosofia, arte, letteratura, religione, scienza.
Gli  individui con forti bisogni irrazionali sono dunque artisti, poeti, preti, scienziati, inventori.
********
Rimpianti? Ma certo! Da giovane potevo dedicarmi di più alla fica e meno alla filosofia. Potevo imparare a ballare anziché imparare la filosofia.
***********
Preti ed educatori sminuiscono con argomenti razionali l’importanza del sesso. Così a livello conscio combattiamo questo istinto, col risultato di accrescerlo nell’inconscio.
La sua forza si manifesta allora in maniera occulta e distorta, sottoforma di perversione, misticismo, sadismo, eccetera.
*********
Quale religione mi piace? Quella in cui i suoi Dei esaudiscono i desideri.
Ma studiando la storia dei capi di varie religioni, scopro che sono morti di malattia: Osho, Alex Sanders, Nisargadatta sono morti di cancro. I loro Dei non hanno concesso la guarigione delle malattie ai loro seguaci. Allora io rimango agnostico.
*******
Conosco professori vestiti elegantemente, con barba bianca e libro sotto il braccio. Sono i professori di facciata. Non si sono mai calati dentro gli abissi della Letteratura, sono rimasti in superficie. Non hanno mai vissuto le tempeste dei Letterati, le hanno solamente raccontate.
********
Era più onesto Hitler che diceva: “Io voglio.” Il Papa dice: “Dio vuole.”
********
Noi poeti studiamo la Bellezza, una cosa fuggevole, come l’acqua che scorre. Invidio i geologi che studiano le pietre, che durano millenni.
*******
La vita serve solo per fare i figli. La giovinezza, la bellezza serve per attrarci e sposarci.
Gli uomini hanno le passioni; queste sono di due tipi: quelle che rendono soldi e quindi permettono di formarsi una famiglia; e quelle che non rendono niente: filosofia, letteratura, religione, arte, musica.
Queste, raramente consentono di fare una vita normale.
*******
Paganesimo oggi, non significa adorare Dei greci o romani. Paganesimo significa vivere la vita con i suoi piaceri, qui e adesso.
Il cristianesimo invece rifiuta la  vita, esalta la sofferenza, il dolore, la penitenza, il ritiro, in attesa del paradiso, cioè dei piaceri dopo la morte.
*******
La filosofia è deludente: non risolve i problemi; non riesce a cambiare né modificare la realtà.
********
Il pelo pubico delle donne serve per eccitare la fantasia del maschio che immagina paradisi nascosti là sotto. Il sesso nudo invece non consente il lavorio della fantasia; la fessura è fatta così, e basta.
Ecco perché i buoni padri dell’Inquisizione depilavano le donne, con il pretesto che nel pelo si nascondono i diavoli.
La donna depilata eccita meno della donna col triangolino di pelo sul pube.
*****
A 20 anni ero un bel ragazzo, migliore dei miei coetanei. Ma ero timido, inesperto; perciò i ragazzi brutti e sfrontati conquistavano le ragazze. Qualche ragazza che tentava di sedurmi, non mi piaceva e così perdevo le occasioni. Ero esperto in letteratura, filosofia, metapsichica; ma in femminologia ero un asino!!
****
Benvenuta la scienza che ci ha liberato dai parassiti della mente: le religioni!!!
*************
Cerco i piaceri che provavo durante la giovinezza. Adesso, niente e nessuno può ridarmeli. Allora, bastava un papavero, una camomilla, una notte di luna, i capelli di una ragazza, un libretto proibito, per darmi brividi di voluttà. Adesso, neanche un intero harem potrebbe darmi quei piaceri.
*********
Le religioni vendono illusioni, come le creme antirughe che danno l’illusione di ringiovanire.
*******
Il cristianesimo ha il culto del dolore; vuole la mortificazione della carne, i digiuni, le penitenze, le astinenze, le quaresime. Perciò il piacere e il sesso diventano peccato. Il corpo è obbrobrioso, nasciamo addirittura con il peccato!!!
Questa filosofia è il prodotto di una mente psicotica.
*********
Ipersensibilità e cultura, rendono l’essere più vulnerabile. E allora, tu poeta.  Preferiresti essere ignorante e gretto? Come un bel sasso là per terra?
*******
Il piacere è la fine del dolore.
La vita è un percorso a zig zag.

********
Paramedico = infermiere. Tecnico di cucina = cuoco.
Con le parole i dirigenti influenzano e pilotano le masse. Ma noi scrittori non abbocchiamo. Questi giochi di parole sono comuni in letteratura (nei romanzi, nelle storie inventate) perciò noi scrittori ci accorgiamo subito di questi trabocchetti.
******
L’attrazione verso una donna è seguita dalla nausea e dalla repulsione. Poi ancora attrazione, repulsione, in periodi sempre più lunghi. Finchè l’uomo sceglie di aggrapparsi all’attrazione e ne consegue il matrimonio. Questo perché in ogni sentimento o emozione si forma la controparte, che presto o tardi emerge.
*****
Alla donna interessa questo mondo reale con la sua vita pratica. L’uomo invece è attratto anche da filosofie, speculazioni, ricerche astratte.
******
 La politica governa la nazione con le armi. La religione governa con le parole.
****
La donna è attratta e si concede all’uomo che le crea attorno un ambiente confortevole: rispetto, precedenza, aiuti, sostegno.
****
Una donna nuda è un oltraggio al pudore, come un handicappato è un oltraggio alla bellezza.
*****
I veri scrittori hanno osservato la vita e hanno tratto le loro deduzioni. I grandi scrittori non ascoltano i dottrinari, i preti, i filosofi. No! Non sono dei ripetitori di teorie. I grandi scrittori descrivono quello che vedono e che provano, non quello che predicano gli insegnanti.
****

I bei racconti erotici che ho scritto rischiano di rimanere inediti. Purtroppo la società ha ancora paura dell’inchiostro deposto sulla carta in un certo modo…
***
Come una donna bella è consapevole della sua bellezza io sono consapevole del mio genio.
*****

Gli artisti vogliono creare il paradiso in terra. I preti invece vogliono il purgatorio.
******
Alcuni autori li ho usati come un vaccino per premunirmi dalle filosofie cannibali per la mente.
****
Forse, apprezzavo  la letteratura del terrore per distogliere l’attenzione dalla paura reale che provavo ogni giorni: paura della gente, paura delle donne.
Adesso che sono guarito e mi trovo bene insieme alle donne, la letteratura del terrore mi interessa meno.
*****
Da giovane vedevo il mondo bello perché vedevo solamente la superficie. Belle le sagre, ma non vedevo il lavoro necessario per farle. Belle le ragazze, ma non vedevo la loro psicologia complessa, il loro corpo con esigenze, malanni, eccetera. Bella la campagna, ma non vedevo il duro lavoro necessario per farla e mantenerla.
*******
Sono un uomo profondamente triste e questo mi fa soffrire, ma questa tristezza è anche la fonte di tutte le mie creazioni.
******
Esistono stretti rapporti fra arte e vita. La vita influenza l’arte e l’arte influenza la vita
******
Nulla si crea e nulla si distrugge. Sì, ma il nostro cervello è come un libro. Bruciando il libro rimangono le ceneri di carta e inchiostro, ma si perde il testo. Così è per il nostro cervello. Dopo la morte rimangono le cellule morte, ma non i ricordi che racchiudevano.
****
Le religioni sono imperi fondati sulle parole.  (e sulla credulità).
*********
L’inquisizione voleva estirpare la femminilità e l’ ha messa al rogo. Per femminilità intendeva, non solo le donne, ma anche la creatività: artisti,  ricercatori, poeti, erboristi, veggenti, ispirati, scienziati..
***********
I fumetti, i Racconti di Dracula, gli amori, i libri, il sesso, le foto, i video… Tutte cose che mi hanno aiutato ad attraversare la Vita.
*******
La religione rifiutala donna, il sesso, tutti i piaceri legati alla sessualità, rifiuta la Vita. Che cosa resta allora? La mente ha bisogno di input; che cosa darle? Che cosa adorare? La sofferenza, il dolore, la morte.
********
 Il poeta è una persona fortunata perché ha conservato la capacità di illudersi, tipica della giovinezza. La cosa più bella, in questo mondo, è sicuramente l’amore. Ma l’amore è una splendida illusione e solo il giovane può goderla, perché il giovane ha la capacità di credere nelle illusioni.
Nell’età adulta l’amore rivela tutti i suoi difetti, o lati brutti: la moglie da mantenere, i figli che fanno arrabbiare, il lavoro per mandare avanti la famiglia, le liti domestiche, la suocera da sopportare…  Tutte queste brutture il giovane le ignora. Anche il poeta le ignora perciò può continuare a godersi questa illusione.
*****
Il sesso è una grande stupidaggine. Però ogni tanto dobbiamo avere la conferma.
*****
Quando arriva  il bisogno di creare un’opera, rinuncio a tutto: fidanzata, lavoro, impegni, famiglia, denaro… Provo tutti i dolori del partorire; e successivamente tutto il piacere dell’opera da me creata.
****
Quando capita di dover risolvere un problema, spesso l’ispirazione mi dà la soluzione. Ma non subito! Deve trascorrere una (o più) notte; e al mattino ho la soluzione giusta in testa.
****
Dentro le case abbandonate della Bassa ho portato ragazze, libri proibiti, sogni e giovinezza.
***
Sono dentro il mondo fisico e voglio fare, creare qualcosa di fisico: figli, libri, dipinti, musica, video, foto, sculture… Basta filosofie! Un ciabattino che ripara una scarpa vale più di mille monaci che pregano o meditano.
****
I preti ci obbligano ad adorare un dio che definiscono buono perché ha creato la natura. Ma i preti ignorano i lati brutti della natura: malattie, pestilenze, batteri, virus,  mostri, eccetera. Se esiste un dio lo si può definire cattivo e malvagio.
******
I filosofi hanno dedicato molto tempo a studiare la  filosofia e hanno trascurato di studiare l’arte di conquistare le donne. Così essi non sanno abbordare le donne, né godere della loro compagnia.
******
Io artista, vivo in questa società, dove la bellezza fa scandalo, fa paura. La bellezza viene sporcata e coperta.
****
Possedevo cose preziose e meravigliose: la giovinezza, l’ispirazione, la creatività, la poesia, la fantasia, le belle ragazze, l’amore, la gioia di vivere. Ma desideravo altre cose: il sesso e il denaro.
Adesso che sono arrivate le seconde, mi accorgo di quanto erano preziose le prime.
*****
Durante gli anni della giovinezza esisteva solamente la fantasia del sesso: ed era molto più bello!!!!
***
Mentre creo le mie opere non devo venir disturbato da problemi mondani e triviali. Questi rompono l’atmosfera rarefatta della creazione. Basta un nonnulla per rompere l’incanto.
*****
È calata la capacità di godere, ma non quella di soffrire.
*****
I moralisti sono contro la vita, contro il sesso e contro i piaceri della vita. I moralisti vogliono il cilicio, la mortificazione, la penitenza, il ritiro, la castità, l’atrofia dei sentimenti.
*****
I preti attraversano la vita in un ambiente chiuso e protetto, compiendo una serie di gesti ripetitivi e monotoni.
*****
Il maschio se vuole mettere sotto la femmina, deve prima sottomettersi.
*****
Quando il cacciatore diventa selvaggina e viene messo in gabbia? Con il matrimonio.
****
La vita contiene già molte sofferenze: malattie, incidenti, disgrazie. Ci conviene cercare il piacere. Non aggiungiamo altre sofferenze imposte dalle religioni: penitenze, mortificazioni, digiuni, astinenze sessuali!!!
****
Perché il colore rosa è così attraente? Le bambine vestono di rosa e le donne lo scelgono per mutandine e reggiseni.
Perché il rosa è un rosso attenuato, un rosso in bocciolo. Il rosso indica la passione, l’ardore della giovinezza. Il rosa invece rappresenta l’adolescenza, la pubertà, il primo amore.
******
Se leggiamo la bibbia troviamo tutte le risposte.  Ma se guardiamo il mondo reale fuori dalla finestra, troviamo le contraddizioni alle risposte.
***
La legge dei grandi numeri forse è valida anche per gli eventi della vita  (metà belli e metà brutti).
*** 
A 70 anni mi mancano l’illusione dell’amore e l’illusione del sesso. Queste illusioni hanno arricchito la mia gioventù e valgono molto di più della loro realizzazione!!!
***
L’amore finisce quando non si ama più; oppure quando cadono le illusioni che tenevano unita la coppia. Allora ci ritroviamo accanto una persona differente da quella che credevamo.
***
Durante la vita ho desiderato tante cose e molte di esse non si sono mai realizzate. Adesso vedo che è stato meglio così: non sono andato a vivere a Londra; non ho cambiato lingua; non ho sposato molte ragazze che poi mi hanno deluso.
****
Anche se adesso vedo che l’amore è solo una grandissima illusione, mi conviene accettarlo ugualmente perché questa illusione rende felici!!!
***
L’uomo ha bisogno di eiaculare. La donna ha bisogno di parlare.
****
1956 circa. Nel giardino confinante con la casa di mia nonna, tre bambine giocavano con una bambola. Quando la spogliavano per cambiarla si nascondevano e mi dicevano: “No, tu non puoi vedere.”
****
Chi ha inventato il dio buono e giusto, doveva spiegare l’esistenza del male: malattie, morte, disgrazie.  Così ha inventato il diavolo.
***
La Natura utilizza l’illusione per abbellire il  sesso e la  vita. Ciò giustifica l’utilizzo dell’illusione da parte degli artisti.
****
Dopo aver studiato per 50anni l’oltremondo senza aver mai capito nulla, adesso sto studiando questo mondo e incomincio a capire qualcosa: la psicologia delle donne, eccetera.
***
Non mi spaventano gli inferni delle religioni. Ho paura dei rimpianti che proverò sul letto di morte, per le occasioni perdute, per tutte le cose che non ho fatto quando ero in vita.
***
Quando vedrò che un pentolino di acqua messo sul fuoco diventa ghiaccio, allora crederò ai miracoli.
***
Ogni religione è fondata sul concetto di nemico da combattere e sconfiggere: l’infedele, il diavolo, l’eretico.  Perciò  guerre sante e inquisizione esisteranno finchè vive la religione.
***
Ogni religione, quando va a colonizzare altre terre, porta con sé il proprio ambiente, oppure lo ricrea. Il cristianesimo in Europa ha portato il deserto: ha abbattuto boschi, ha lastricato di pietre, ha eretto cattedrali e  festeggia in inverno, in conformità al posto dove è nata. Il buddismo viene dalle montagne e costruisce monasteri qui in Europa sopra alle montagne.
***
Vorrei che i predicatori di immortalità facessero le loro prediche in cimitero, davanti a una bara aperta, appena esumata.
***
L’amore fisico è un intenso piacere istantaneo che non lascia ricordi. L’amore sentimentale e romantico è un piacere-dolore che non si dimentica mai.
***
Sono un uomo fondamentalmente malinconico, un po’ pessimista. Ma questa mia malinconia è la fonte della mia ispirazione. Desidero  cambiare cose immutabili: tornare giovane, rivivere il passato; ritrovare gli amori perduti…. Poiché questo non è possibile, con la letteratura e i video creo queste illusioni.
***
Giugno     2018  











































SERGIO BISSOLI
UN HAREM DI PENSIERI
Scritto nel 1974 



“È necessario un mago, un signore della parola, per svelare la verità, senza uccidere coloro che la ascoltano.” Gustav meyrink


PREMESSA
Una delle fasi più importanti del corteggiamento è costituita dal­l'offerta dei doni.
Da un lato la femmina perfeziona la sua bellezza allo scopo di sedurre. Dall'altro lato il maschio dispiega una scelta di oggetti inutili che hanno il solo scopo di suscitare  l’interesse e il piacere.
Fra questa varietà di luccicanti richiami un posto da primo piano spetta alle parole: alle parole dolci e vuote che sono un preludio all' atto sessuale.
Nessuno dei partners crede in loro, ma il maschio istintivamente e da sempre, le impiega per raggiungere il suo fine.
Dagli estranei in ascolto sono giudicate immorali, perché essi si sforzano di trovare il contenuto laddove solo la forma ha importanza.
Lo studioso della bellezza, si avvicina in certi aspetti all'innamo­rato; il loro scopo comune infatti è affascinare e stupire.
Coloro che si accostano all'arte, non commettano mai l'errore grossolano di vedere in essa qualunque altra cosa al di fuori della fin­zione, dei colori, dei suoni, dei puri divertimenti sintattici.

****

Una notte, percepii i segreti bisbigli delle lettere, e intravvidi, ma solo per poco nell'irrealtà del sogno, le dimensioni sconosciute delle parole. Con una stregoneria, l'etica e l'estetica furono trasforma­te in fantasiose sinfonie di periodi e di proposizioni. Intere costella­zioni di segni grafici ammiccavano irriverenti alle leggi degli uomini. Allora, ho avuto paura; ma anche la paura, come ogni altra cosa là, era sola emissione di fiato, e niente altro.

******

Tutte le nostre leggi, filosofie e morali, devono essere sottoposte a severe revisioni alla luce delle nuove scoperte scientifiche. Perché le vecchie morali rispecchiano l'ignoranza e le superstizioni del perio­do nel quale sono nate, anzi ne sono l'espressione. Se delle tavole di valori devono esistere, siano gli scienziati, i biologi, gli psicologi, i fisi­ci e gli astronomi a compilarle. Io non accetterò mai di aderire a una morale inventata dagli stessi uomini che condannarono Galileo, Keple­ro, Darwin. Mi rifiuto di prestar fede a qualsiasi tipo di  "credo" fon­dato sulla violenza, mascherata con i nomi di religione, censura, dogma, e altri ancora .     .

*****

Avete mai osservato due amanti? Uno dei due ama, profondamente, dona esalta, adora. L'altro, permette di essere amato, riceve, accetta, viene adorato.
Se per caso il secondo si innamora veramente, allora il ruolo del primo si inverte di colpo. E' sempre così. Nel vero amore, solo uno ama, l’altro riceve; ma il primo è contento e vuole che sia così. Se due persone dimostrano di amarsi contemporaneamente significa che nessuno delle due ama. Nessuno in questo caso è il Sacerdote e nessuno il Dio. Entrambi recitano una commedia.

*********

Ho riserve insospettate di novità per gli uomini in grado di comprendermi, per coloro cioè che sono avanzati sulla scala dell’evoluzione.

*************

È lecito bruciare la propria vita, bruciarla sul rogo di un esperimento artistico? E non solo la vita, ma tutte le sue espressioni più alte: l’amore, la donna, la società, il lavoro, la religione, la scienza, la legge, la cultura... e altro ancora, tutto da sacrificare per il supremo raggiungimento artistico.
Genio, è forse colui che ha accettato di sedere al tavolo di questa bizzarra roulette della quale posta e premio sono cose infinite. È lecito considerare tutti gli obiettivi eccelsi dell’umanità non più come fini, ma solamente come mezzi, gradini da calpestare e, talvolta, da infrangere.
Genio, è l'inconoscibile, l'incomprensibile! In lui è il gesto demoniaco, la bestemmia, la contemplazione estatica o la santità. Ogni suo sguardo è insieme accusa e scherno, e sfida per coloro che gli stanno vicino. Vi è in esso la crudele irresponsabilità della folgore; l’incontrollabilità  creatrice e distruttrice ad un tempo, di una colata di lava. Le sue parole sono flutti, pietre, termiti, fragore di tempesta, per travolgere, flagellare, logorare, costruire. Genio, è un turbinoso susseguirsi di dissoluzioni e di straordinarie metamorfosi.
Genio, è gettarsi nella fornace per sapere, per conoscere.
Quando ogni uomo o oggetto viene considerato come problema.
Quando lo stimolo alla conoscenza diviene tenaglia da carnefice, arsura e oppio insieme.
Quando la cupa bellezza dei nebbiosi crepuscoli, o la pace profondissima e solenne delle notti estive, o il cielo,e gli astri, e i fenomeni celesti, o la malinconia del bosco d’autunno, o la donna e l’amore... Quando tutto questo dà all'osservatore brividi di beatitudine e quando egli freme di voluttà dinnanzi ad agni manifestazione di bellezza che la natura sa dare... Genio, è colui che sperimenta sensazioni di folle, sovrumana intensità
E infine, se non siete maestri della dialettica, se non vi siete mai calati come speleologi nell'abisso nell’abisso chiamato “parola” e non conoscete tutti i labirintici cunicoli della semantica, allora, a voi non è dato di comprendere il Genio, e la sua policroma, multidimensionale Parola. E sempre vi sfuggiranno i mille sottintesi o sottofondi, e le sfumature,  le ombreggiature, le allusioni psicologiche, le frenetiche, deliranti rap­sodie di singhiozzi, le carezzevoli melodie della sua anima in perpetuo rinnovamento, della sua anima estremamente ricca, e prismatica, con sfaccettature dai riflessi iridescenti . . .
Questo alchimista delle lettere, questo funambolo della parola è il signore dell'Estetica; il ponte ieratico e terribile teso fra noi e i mondi della trascendenza; la parabola, nella cui concavità si focalizzano i raggi della bellezza primitiva! assoluta! inconoscibile.

**********


Il saper godere è un'arte, e come tale essa è soggetta all'appren­dimento e al perfezionamento.


***********

E' una delle tante slealtà dei deboli, l'uso degli artifici dialettici e l'impiego dei trabocchetti linguistici, al di fuori della sfera letteraria.

**********
La filosofia è morta!
La scienza e l'estetica si contendono il suo dominio. La scienza spiega gli oggetti, i fenomeni, il mondo che ci circonda, il cosmo nel quale viviamo e noi stessi. L'estetica esalta gli oggetti, li trasfigura, li riveste di menzogne dorate affinché l'uomo con essi provi piacere. Lo scopo dell'estetica è appunto questo: trasformare un oggetto, un fenomeno, una parte o tutto il cosmo in un oggetto d'arte che sia fonte di piacere. Per mezzo della finzione cosciente, l'estetica si limitava a ren­dere affascinatiti e piacevoli solamente le cose note, cioè quelle spiegate dalla scienza. Però, da quando l’umanità ha compreso che ciò che non si può spiegare è preferibile lasciarlo nell'ignoto anziché avvolgerlo nelle bende della filosofia, gli orizzonti dell'estetica si sono fatti più lontani.
Le sue possibilità si sono accresciute anche perché l'uomo ha compreso che non è cosa empia estendere i confini dell'estetica anche a ciò che suscita timore e venerazione per la sua incomprensibilità. Infatti, in attesa di una scienza futura che spieghi l'ignoto, l'indeterminato, l'inconoscibile, conviene goderlo adesso come oggetto d'arte, rivestendo questo sconosciuto con i veli della bellezza che l'estetica sa dare; e guardarlo attraverso le mille lenti distorcenti, i vetrini colora­ti e gli specchi deformanti di questa regina dell'illusione e del mirag­gio. Avremo così la metaestetica, la quale apprezza e si ferma solo alla forma della filosofia, e non bada al contenuto perché esso non pos­siede la certezza scientifica.
Solo così possiamo accettare le pagine intessute di brividi di brividi di Nietzsche e Vivekananda.         Solo come forma, finzione, apparenza, sinfonia, vernice pittorica, gioco letterario ...
Solo così, solamente come fuoco d'artificio e nulla più, possiamo apprezzare le vergini Huri del paradiso maomettano, i Ginn del deserto, l'albero infernale Zaqqum; Iblis, Lucifuge Rofocale, Jehova, il cosmico sognatore creativo, l 'amato signore Krishna. E la Quabbalah ebraica, il Bardo, Thodol, Il libro cinese dei mutamenti, l’ I King, i grimoires medievali. Questo adesso è il regno dell'estetica. Questa è la miscela da versare nell'alambicco del poeta. E il distillato sarà vera poesia. Tutto il resto, dalla rima alle licenze poetiche, appartiene alla preistoria dell’estetica, o al mondo dell’enigmistica.

*******

Voi chiedete al letterato che vi parli di infinito. Voi vi attendete che egli divenga sonda e pioniere di remote regioni, inconoscibili per la loro complessità. Voi volete conoscere il volto della bellezza, dell' arte, dell'amore, giunti al loro sommo grado. Ciò è possibile! Ma l'ar­tista è simile ad uno specchio. E tutte le sue creazioni sono caratterizzate dalla magica dualità delle riproduzioni dello spechio. In esse c’è la bellezza e la forma, in esse c’è il vuoto e l’inesistenza.

*******




L’arte, il gioco e la magia. Le parole creatrici, i movimenti privi di scopo, le dee, gli angeli, le ninfe. La finzione, la finzione e ancora la finzione. L’irrazionale di cui l’uomo non può fare a meno. Il meraviglioso che appaga la sua brama di infinito. L’irreale che non si può giudicare, perchè è aldilà della realtà. L’arte, il gioco e la magia... Verso questi frutti si tendono le mani dei desideri irrealizzabili. E i sensi si appagano; e l’umanità sfamata, dissetata e guarita da un effimero artificio, può riprendere la sua strada.

***********


L’artista non crede più alle parole, ed egli vede il vuoto aldilà dei più munifici enunciati. Anch le parole dell’amore lo lasciano indifferente: “Vivo perchè tu vivi”. Ed altre ancora, altre leggi, dottrine, dogmi, teorie; egli non crede più in loro. Il maestro della penna, infatti, sa bene come un buon scrittore possa dimostrare o negare l’esistenza di qualsiasi ente, la verità di qualunque frase. E ciò gli basta.


************


Umanità! Perchè vuoi salvarmi se non sei riuscita a salvare te stessa. Non adorerò i tuoi dei. Non credo alle tue menzogne, alle tue cosmogonie. Le tue filosofie non mi sedurranno.
Insensata! Inquisizione, Lager, Guerre, Ecatombe, Despotismo. Sono dunque questi i tuoi vessilli? Non promettere il piacere, la vita eterna, la palingenesi. Conosco la strada che hai percorso. Essa è semi­nata di crani, di atrocità. Inutile, frenetica, delirante, meravigliosa Umanità!
Parla dunque di te stessa. Quali sono i tuoi miti? e i tuoi fanta­smi,  le aberrazioni, gli atavismi, le allucinazioni, le fantasmagorie ...

********


Penso alle mille osservazioni, alle scoperte psicologiche che non ho scritto perchè giudicate troppo banali. Penso agli aforismi che ho     scritto, ai miei pensieri forse già pensati da altri prima di me, e da essi ritenuti indegni di essere scritti. Non fermarti lettore, a guardare le stelle più fulgide del mio cielo. Ci sono intere costellazioni da scopri­re, c'è tutta una storia da scrivere dei pensieri che, per vari motivi, non sono mai stati scritti.

************









Sono come il mio interlocutore. Ho la sua stessa filosofia, credo  nella sua ideologia, adoro i suoi dei, rispetto i suoi principi.  Perché io cerco l'amico, e mai e poi mai il fuorviato da convertire. Io cerco l'amore, e l'amore non conosce restrizioni o limiti.
L'amore non classifica gli oggetti. Amare significa annullare senza ombra di ipocrisia la propria persona, questo e solamente questo.
 Chi vuole convertire, non ama. Quanto al valore intrinseco delle filosofie, non bisogna dimenticare che sono un letterato. Un virtuoso della pa­rola, che ne conosce tutta la celeste fatuità!


*************


La cultura deve essere come una torre da innalzare e sulla quale salire per vedere l'orizzonte sempre più lontano, perché infinito, dello scibile. Questo tipo di cultura non si apprende dalla scuola. Questa cultura dà a chi la possiede, un senso di vertigine, essa comunica scon­forto, smarrimento, per l'infinita vastità di problemi nuovi e contur­banti che da lassù si possono ammirare. Chi possiede questo tipo di cultura si sente meschino, ignorante. Le nozioni già apprese non gli sono di conforto perché sono sotto di lui, ed egli, salendoci sopra non è più confortato dalla loro presenza.
La cultura scolastica, invece, allinea le varie conquiste del sapere sopra la testa dello scolaro, sino a formare una cupola chiusà, geometri­ca. Questo tipo di cultura recide ogni stimolo a nuove scoperte. Sem­bra, a chi la possiede, che non ci sia più niente da sapere o da appren­dere. Da queste persone, spira un'aria di compiaciuta saccenteria, di arroganza, di cultura da quiz . .

***********

L'uomo subisce ancora il fascino della parola e il suo atteggia­mento nei confronti di essa è identico alle manifestazioni dell'uomo primitivo di fronte alle fasi della luna. Una riverente adorazione pro­piziatoria costellata di tabù e di divieti. Un sentimento di religiosità e timore. Un pudico arretrare di fronte al fenomeno chiamato "linguag­gio", che ne ritarda la comprensione e ne inibisce il pieno sfruttamen­to estetico.

******




Io trovo che, in prossimità dello sbocco di ogni naturale istinto dell'uomo, la società ha sistemato una pesante ruota da mulino che bisogna far girare tutte le volte che si intende passare aldilà, cioè al soddisfacimento. E ciò è ingiusto.

***********

Vedo una nuova futura società che ha compreso l'esistenza di tre tipi di linguaggio, tutti indispensabili. Il linguaggio estetico, della letteratura, delle religioni, della poesia. Nelle frasi che lo compongono solo la forma ha importanza, il contenuto è privo di ogni interesse.
Il linguaggio filosofico ovvero l'epistemologia, una serie di teorie, di ipotesi di lavoro provvisorie in attesa di essere accertate o confutate.
Il linguaggio della scienza. Una serie di frasi che esprimono fatti verificabili e verificati. Qui, e solamente qui, il conte­nuto è essenziale.
Immorale significa togliere un linguaggio dalla sua sfera di appar­tenenza e spostarlo in quella di un altro.

********

Il mio più grande rammarico: non essere riuscito mai a scrivere ciò che provo! Non essere mai stato capace di far varcare alle mie emo­zioni la soglia del mio Io. Tutti gli sforzi e le sottili malizie di scrit­tore, si sono rivelati mezzi inadeguati e insufficienti per comunicare agli altri le brezze carezzevoli della mia anima, i veli diafani e dolcissi­ini delle sue alcove infinite . . .


********

Quando il parlare e lo scrivere frasi rabbiose equivarrebbe a sparare sulla folla o a gettar vetriolo in faccia ai bambini, conviene indossare il costume del clown, e con la maschera dell'ilarità far ride­re nel parlare. Accade allora che, una volta suscitato il riso, la finzione sia la sola cosa ad essere presa sul serio.


***


Nella bellezza come nella felicità, è sempre la nota discordante, l'elemento di eccesso o di carenza dissimulato nel meraviglioso equili­brio della sinfonia, a creare la sublime impressione dei trans-umano.
L'arte deve avere fini educativi oppure, completamente sganciata dalla didassi, deve essere fine a se stessa? E' una vecchia questione, e ognuno, mosso da interessi diversi, può dare la sua risposta. Per parte mia, che ho un altissimo concetto dell'arte, mi rifiuto di vederla umi­liata a strumento nelle mani dei pedagoghi.

********

Il nudo non è immorale. Immorale è la filosofia che insegna a provare vergogna del corpo nudo.

********

Sia ben chiaro: io non sono contro le religioni, ma mi scaglierò sempre contro quella religione che mira all'egemonia. La religione co­me l'arte, è una delle tante manifestazioni necessarie alla felicità di un popolo. Tentare di ucciderla o di sostituirla significa far violenza a quel popolo.

******

Male e bene sono due aspetti indispensabili e relativi di un'unica realtà. Sono i due poli della calarnita in eterno contrasto ma insepara­bili.

*******


Dal travisamento del significato della filosofia, hanno origine mol­ti rappresentanti della cultura pappagallesca. Un filosofo puro che non sia un innamorato della scienza, (oppure  un ricercatore, uno scien­ziato, uno storico) è un assurdità. Che cosa è infatti la filosofia se non ansia, anelito a una conoscenza più alta; il fremito di impazienza dinnan­zi  ai limiti attuali della scienza, che si traduce in un chimerico tenta­tivo di superarli.


********

Purtroppo, nell'immane groviglio di problemi matrimoniali io vedo solo questo: gli sforzi privi di successo, i tentativi maldestri e ca­richi di conseguenze, che una società compie per imporre una vita monogama a un animale poligamo per natura come l'uomo e la donna.

********

L'opera d'arte, oltre a richiedere una esecuzione perfetta, deve essere anche perfettamente inutile.

********

Un moralista disse: tutte le follie in amore, intese come breve o lunghissimo preludio all'atto generativo, sono biologicamente giu­stificate.


********

La nostra comprensione di un meccanismo psicologico è l'unica via per liberarci dalla sua schiavitù.

********


Un giorno si scopre che l'amore, l'amore infinito per tutte le crea­ture, l'amore illimitato di un Buddha esteso alla totalità senza esclu­sione di parte; l'amore che turba, che incanta, che singhiozza, che im­plora, che sanguina. L'amore che prega, che bestemmia, che freme e sublima ... Un giorno si scopre che questo amore, è forse la sola chia­ve di volta per comprendere tutto l'Universo.


********








Chiamiamo dolore la sensazione che si prova nello spazio di tem­po che precede il possesso dell'oggetto desiderato, o di un fine perse­guito. Nausea, è invece quella sensazione altrettanto sgradevole che si sperimenta dopo aver goduto troppo a lungo dell'oggetto conquistato.
Chi crede nei divieti, creati dagli inventori di metafisiche e li se­gue scrupolosamente, è costantemente preda del primo tipo di dolore. Chi rigetta tutti i divieti che intralciano la via verso il piacere, incappa nel secondo tipo di dolore: la nausea con la sua gamma di emozioni dolorifiche (che non si devono sottovalutare, visto che spingono al suicidio). L'uomo evoluto, l’uomo superiore, non si accontente­rà quindi di scartare i divieti, ma dovrà pure crearne altri per sé, e nel­la misura sufficiente per arrestare in lui i desideri, prima che il loro sod­disfacimento sfoci nella nausea; osserverà i divieti in proporzione cioè alla sua sopportazione del piacere.
Etica sì, dunque, ma per l'uomo, in funzione dell'uomo, e a suo esclusivo vantaggio.
Abito mentale per preservarlo dalla possibilità di assorbire un quantitativo di piacere eccessivo, e che potrebbe nuocergli. Strumen­to psicologico nelle sue mani che gli consente di salire un altro gradino sulla scala della felicità e della saggezza.


********

Cosa c'è oltre la felicità? La noia! Il profumo di un fiore non si sente più dopo alcuni minuti che lo si inspira.
Cos'è la felicità? E' il confronto di due differenti stati; è un bre­ve, misterioso salto dal peggiore al migliore.

********


Il perseguire uno scopo significa agire per mutare il mondo esterno quale esso ci appare ai nostri sensi limitati. Chi lavora per un fine, non conosce mai tutti i dati, o ne sottovaluta o sopravvaluta alcuni. Agire, significa a volte occuparsi di una massa sconfinata di fatti, pregiudizi, fenomeni, che non si possono incanalare per la loro molteplicità e in­trinseca inconoscibilità. Chi agisce non può conoscere i mille meccanismi segreti celati dietro alle leve che egli manovra per creare le circostan­ze. E ci sono pulsanti, ma ignora quasi sempre il funzionamento com­plesso dei circuiti dietro ai pannelli; ed egli preme sempre quelli meno sconosciuti, ma le conseguenze ultime dei suoi gesti sono sempre im­prevedib,ili.
E naufraghiamo lontano dalla meta prefissa, talvolta, anche se avevamo preso tutte le precauzioni: perché non abbiamo saputo usare la bussola, o i topi hanno mangiato le carte di bordo, o è finita l'acqua o i tarli hanno roso l'albero maestro. E questo insieme futuro di dati che avremmo inteso piegare, da sempre è stato chiamato il destino.


********








La fede nella capacità conoscitiva della mente, senza ricorrere all'empirismo, deve morire. Tutte le parole o i concetti che non hanno qualcosa dietro di sé, che non derivano cioè da una esperienza diretta, sono da considerarsi finzione poetica o lavoro letterario. Sapendo que­sto, è triste osservare lo spettacolo di migliaia di persone che lavorano, soffrono per una ideologia. Per un prodotto della mente, cioè, che non essendo frutto di una esperienza diretta darà inevitabilmente, dopo es­sere stato realizzato, risultati completamente deludenti e diversi dalle aspettative.


********

Il gioco chiamato società ha regole molto precise. Fra le quali questa: non rivelare mai ad alcuno le proprie attitudini o inclinazioni. Si verrebbe scherniti, disprezzati, derisi. Se io avessi commesso questa imprudenza, scoprendomi cioè per quello che sono, un letterato, a quest'ora certamente mille mani mosse da interessi diversi si sarebbero al­zate per lapidarmi. E' prudente fingere, mentire sempre su questo pun­to. E' necessario ingannare la società spacciandosi per ciò che non si è, e per ciò che i contemporanei vorrebbero che si fosse. Perché l'uo­mo vale solo in proporzione alla sua ipocrita accondiscendenza e il robotismo è una qualità molto in alto nella scala dei valori. Il gioco chiamato società ha regole molto precise. E gli innovatori, che devono necessariamente essere dei trasgressori, fanno di solito una brutta fine.



********


Non esistono lingue naturali e lingue artificiali. Le prime sono state create da un intero popolo nel corso di più generazioni. Le secon­de sono il frutto di un solo uomo, oppure di una equipe di stu­diosi. Naturale è solo la tendenza, insita nell’uomo, di inventare le lingue.



********


Non mi considero antifemminista affermando qui che la donna è fisicamente e forse anche psichicamente inferiore all'uomo. Eppure la procreazione non è il suo unico ruolo. La donna è il principale pun­to di riferimento dell'estetica. Il suo contributo all'arte è altissimo e consiste nei capolavori creati da uomini che si sono ispirati alla donna. Essa è la scintilla che ha dato vita all'arte, lo stimolo che scatena nell' uomo le grandi forze della creatività.


*********






Niente è più scostante, esecrabile, della via di mezzo, in arte. L'impiego del compromesso, indispensabile nella vita è da escludere completamente nell'arte pura, nella vera arte, nella autentica finzione. Chi si accosta all'arte conosce questa particolarità e necessariamente sa distinguere l'uomo e l'artista, l'opera d'arte e la vita reale.

***********


II letterato non può fare a meno di rabbrividire per le sevizie che la letteratura ha subito da parte dei politici, dei pedagoghi e dei ven­ditori di irrazionale. Ed egli non si stanca mai di gridare che è un cri­mine. l'impiego di questo strumento per qualsiasi altro scopo al di fuo­ri di quello per cui è stato creato: il divertimento e la finzione.


EPILOGO
Alcuni uomini adoperano la penna come un fucile, e con essa uccidono ed esaltano la violenza. Altri l'adoperano come un aratro, o una cazzuola e con essa seminano, costruiscono e lavorano per miglio­rare il mondo.
La mia penna, sia il cilindro dell'illusionista con le sue mille facezie, ­con bianchi colombi, e girandole e sete, e campanelli e profumi.
La mia penna non vuole scrivere, ma cantare, fra seduzioni e giri di danza. Non vuole assemblee di lettori, severi studiosi, uomini d'azione ...
La mia penna è femmina. Per lei sono i poeti, gli innamorati. A lei accorrono i marinai, i clowns, i vagabondi, i suonatori di piffero ...
FINE
1974